Traduzione del carme 92 di Catullo “Lesbia mi dicit semper”

_______________
____________________
____________________
 
 
 
 
 

Catullo carme 92 testo latino

Lesbia mi dicit semper male nec tacet umquam
de me: Lesbia me dispeream nisi amat.
Quo signo? Quia sunt totidem mea: deprecor illam
assidue, verum dispeream nisi amo.

Catullo carme 92 traduzione in italiano

Lesbia sparla sempre di me, senza respiro
di me: morissi se Lesbia non mi ama.
Come lo so? perché sono come lei: la copro ogni giorno
d’insulti, ma morissi se io non l’amo.

Traduzione del carme 92 alternativa

Lesbia parla sempre male di me e non smette mai di parlare
di me: che io possa andare in malora se Lesbia non mi ama.
Da quale indizio (lo deduco)? Poiché identica è la mia situazione: impreco contro di lei
con assiduità, ma che io possa andare in malora se non la amo.

Commento alla traduzione del carme 92 di Catullo: siamo alle solite, Catullo non fa che parlare di Lesbia nelle sue poesie, a volte coprendola d’insulti a volte coprendola di complimenti. Probabilmente però Catullo non fa altro che parlare di Lesbia anche fuori dall’ambito poetico nella vita di tutti i giorni; come al solito ne è ossessionato. Spera che, essendo reciproco l’insultarsi a vicenda con Lesbia, questi segnali di odio celino in realtà un amore vicendevole non ancora spento.

   
_______

More Like This


Categorie


letteratura latina

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie


Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it