EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE



Come si suona il kalimba? Una guida-tutorial su come suonare il kalimba



La Kalimba è uno strumento musicale africano molto antico, costituito da più lamelle congiunte in un capotasto, sopra una tavola; realizzate in legno di giunco o di bambù, ma che possono essere costruite anche in metallo, come spesso accade per comodità o per voluti effetti sonori in alcuni modelli di kalimba.

Esempio di kalimba (Immagine da Wikipedia)

Al di sotto delle lamelle di legno è presente una scatola solitamente in legno (ma negli strumenti più “rurali” questa scatola può essere anche una zucca svuotata) dotata di un foro ampio nella parte frontale o di due fori piccoli nel retro, che funziona da cassa di risonanza per lo strumento musicale.

In realtà esistono numerose versioni di questo strumento, alcune con “casse” più piccole o più piatte, altri persino completamente elettronici; per questo motivo ci siamo limitati alla descrizione del kalimba più “standard”.

Come si suona il kalimba?

Essendo uno strumento a percussione, il kalimba si suona mediante la percussione delle sue lamelle, che possono essere presenti in un numero variabile che parte da un minimo di 5 ad un massimo di 30 lamelle, la cui lunghezza può variare a seconda della tipologia di kalimba.

Come si percuotono le lamelle della kalimba per suonare il kalimba?

Anzitutto bisogna avere un kalimba: se ne possono trovare di buona qualità e prezzi in questo elenco di offerte selezionate su Amazon.
Anziché usare una bacchetta come capita in altri strumenti a percussione vengono usate le dita o le unghie, in particolare con i pollici ma possono essere impiegate anche altre dita della mano, che possono essere utilizzate per modulare meglio il suono o gli effetti sonori del kalimba.

Per suonare il kalimba verifica prima le note dello strumento

Per suonare il kalimba è necessario verificare che sia impostato bene nelle note tramite l’uso di un tuner; questo per scrupolo o per quando non sia possibile sapere a che nota corrisponda ogni singola barretta da suonare con le dita dello strumento. Solitamente infatti assieme al kalimba viene rilasciato un piccolo foglio con le note o qualche annotazione che riporti quali siano le combinazioni sonore o le scale di riferimento dello strumento che si sta usando. Ad ogni modo i kalimba si dividono usualmente in numeri di lamelle standard, quindi dovresti aver modo di cercare un modello simile su internet per avere certezza della scala sonora da usare per suonare il tuo.

La cosa più importante in questo senso è comprendere quale nota corrisponda alla lamella centrale, da cui è possibile ricavare le altre note dello strumento; la nota della lamella centrale è quella con la tonalità più bassa.

Le note del kalimba (immagine da Wikipedia)

Istruzioni su come suonare il kalimba

Per suonare il kalimba tieni lo stumento con entrambe le mani ed usa i pollici per suonare premendo su ogni singola lamella che ti interessa per applicare la tua melodia. È importante ricordare che i buchi nella cassa di risonanza non vanno tappati, in particolare quelli dietro (anche perché è difficile coprire quello centrale).

Suggerimento: se trovi scomodo suonare e nel frattempo tenere anche lo strumento nelle mani prova a tenerlo appoggiato su una tavola mentre lo suoni, possibilmente inserendo qualcosa sotto che impedisca di tappare completamente i buchi della cassa sonora se questi sono posti nel retro dello strumento.

Alcuni effetti interessanti che possono essere suonati con il kalimba prevedono che vengano premuti più tasti contemporaneamente, spesso in combinazione con una mano a 2 e con l’altra 1 o viceversa.

Per suonare il kalimba e dare vita alla musica che hai scelto potrebbe essere l’ideale cercare una tablatura della canzone che vuoi seguire, possibilmente cercando di ottenere una tablatura adatta alla tipologia di kalimba che stai suonando.

Un modo per cambiare la tonalità del kalimba, che dipende dalla lunghezza delle barrette da percuotere rispetto al ponte (quindi ad una barra più lunga corrisponderà un suono più basso mentre una più corta ad un suono più alto), è quello di modificare la collocazione del ponte, ad esempio allentandolo o stringendolo maggiormente, oppure quello di suonare le lamelle nella parte più esterna, aumentando così l’altezza del suono.

Per imparare a suonare meglio il kalimba puoi anche provare a guardare alcuni video tutorial e lezioni su Youtube riguardanti questo strumento musicale, particolarmente presenti in lingua inglese e non in lingua italiane, come ad esempio quello riportato di sotto.

Altri suggerimenti su come suonare un kalimba

Tuttavia, per imparare davvero a suonare il kalimba in modo impeccabile il suggerimento che ti diamo è quello di acquistare un libro guida su Amazon, spesso disponibili solamente in inglese, che riporti la corretta tecnica per suonare questo strumento nonché i modi ed istruzioni migliori per leggere e trovare le tablature e gli spartiti che ti interessano.


Dove comprare un Kalimba?

Il prezzo di un Kalimba è piuttosto abbordabile ed ottimi strumenti si trovano online con estrema facilità; nell’elenco di seguito abbiamo raccolto alcune offerte in proposito, con modelli dotati di varie chiavi e buona qualità sonora, come è possibile anche leggere dalle recensioni.

More Like This


Categorie


Musica

Categorie





Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.


Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it