Carme 45 (Catullo): traduzione in italiano e testo latino del carme - Infonotizia.it


Carme 45 (Catullo): traduzione in italiano e testo latino del carme



In questa pagina puoi leggere la traduzione del carme 45 di Catullo, assieme al testo latino, al commento e ad una breve analisi del carme.


Catullo scrisse il carme 45 dedicandolo all’amore tra la ninfa Acme e Settimio; il bel dipinto qui inserito come illustrazione del carme fu realizzato da Lord Frederick Leighton (1830-1896) e venne ispirato proprio dal carme 45.

Testo latino del carme 45 di Catullo

Acmen Septimius suos amores
Tenens in gremio ‘Mea’ inquit, ‘Acme,
Ni te perdite amo atque amare porro
Omnes sum adsidue paratus annos
Quantum qui pote plurimum perire,,
Solus in Libya Indiaque tosta
Caesio veniam obvius leoni.’
Hoc ut dixit, Amor sinistra ut ante,
Dextra sternuit approbationem.
At Acme leuiter caput reflectens
Et dulcis pueri ebrios ocellos
Illo purpureo ore suauiata
‘Sic’ inquit, ‘mea vita, Septimille,
Huic uni domino usque serviamus,
Vt multo mihi maior acriorque
Ignis mollibus ardet in medullis.’
Hoc ut dixit, Amor sinistra ut ante,
Dextra sternuit approbationem.
Nunc ab auspicio bono profecti
Mutuis animis amant amantur.
Vnam Septimius misellus Acmen
Mauult quam Syrias Britanniasque:
Vno in Septimio fidelis Acme
Facit delicias libidinisque.
Quis ullos homines beatiores
Vidit, quis Venerem auspicatiorem?

Traduzione in italiano del carme 45 di Catullo: leggila in questa pagina.


Commento alla traduzione della poesia: il carme 45 di Catullo è una poesia puramente basata sull’amore ideale e non è difficile credere che questa poesia sia solo l’espressione di sentimento per l’idea di amore perfetto. È facile immaginare che Catullo abbia scritto questo poema riflettendo la sua precedente esperienza d’amore con Lesbia. Ancora una volta ci sono due amanti che ovviamente si preoccupano molto l’uno dell’altro. Ci sono alcune cose negative dette nel poema, ma non abbastanza da spostare l’umore dall’amore all’odio.
Il carme 45 di Catullo fa anche un uso rilevante della sinchisi, una figura retorica consistente in una modificazione dell’ordine sintattico normale di una frase, costituita dalla combinazione di parallelismo e di iperbato, che mette ulteriormente in luce lo stato di estasi dei due amanti: niente interessa l’uno ma l’altro, difficili da separare e distinguere senza che qualcosa si perda.

Acme (in greco antico: Ἀκμή, traduzione: “Apice, il punto più alto), nella mitologia greca, potrebbe essere una delle ore, le figlie di Zeus e Thémis, dee guardiane dell’ordine naturale, il ciclo annuale di crescita della vegetazione e delle stagioni climatiche annuali; forse l’incarnazione dell’apogeo.

Analisi del carme 45 di Catullo

  • “Caesius, a, um”: grigio-azzurro, azzurro chiaro, azzurriccio, azzurrognolo, riferito agli occhi;
  • Lo starnuto era considerato di buon augurio e di approvazione;
  • Bisogna tenere presente che nel 55 a.C. Cesare invase la Britannia e Crasso la Siria; il riferimento fa’ ritenere che il carme venne scritto nel 55 o nel 54.

More Like This


Categorie


letteratura latina

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.Required fields are marked *

Puoi usare i seguenti HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.


Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it