Carme 100 (Catullo): traduzione in italiano e testo latino

_______________
____________________
____________________
 
 
 
 
 

Nel carme 100 di Catullo ci parla dei giovani di Verona che si consumano d’amore, e Catullo invia la propria approvazione all’amico Celio, cercando di sostenerlo, grato per la sua amicizia che l’ha rincuorato durante momenti difficili.

Testo latino del carme 100 di Catullo

Caelius Aufillenum et Quintius Aufillenam
flos Veronensum depereunt iuvenum,
hic fratrem, ille sororem. Hoc est, quod dicitur,
illud fraternum vere dulce sodalicium.
Cui faveam potius? Caeli, tibi: nam tua nobis
perspecta ex igni est unica amicitia,
cum vesana meas torreret flamma medullas.
Sis felix, Caeli, sis in amore potens.

Traduzione in italiano del carme 100 di Catullo

I più bei fiori di Verona, Celio e Quinzio,
si consumano per Aufileno e Aufilena:
per lui Celio, per lei Quinzio: puoi dirlo,
certo, un sodalizio dolcemente fraterno.
Chi preferire? Te, Celio, che senza riserve
m’hai offerto la tua straordinaria amicizia
quando una fiamma feroce mi bruciava il cuore:
sii felice, Celio, e possa arriderti l’amore.


Commento al carme 100 di Catullo

La figura di Aufilena ricomparirà successivamente nel Liber di Catullo all’interno del carme 110 e del carme 111.


Aggiungi l’analisi del carme 100 di Catullo contribuendo a questa pagina: basta inserire un commento col testo da inserire tramite il form sottostante!

 

   
_______

More Like This


Categorie


letteratura latina

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>





Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Categorie