Poesia su Sassari – Enrico Costa – poeta sardo (1895)

Crepuscolo infonotizia.it

Sassari – poesia (A Pasquale Umana) – Enrico Costa

Fiera, nervosa, cinica, mordace,
circondata di fonti e dolci rivi,
l’agricola città prostesa giace
sovra un letto di pampini e d’ulivi.

Non scordò mai, repubblicana antica,
che la sua culla è in Sant’Appolinare;
Tutto sprezza, oderide – e fu nemica
di quante terre cinge il sardo mare.

Gentil non è – t’insulta il suo monello,
ti rutta in viso il rozzo zappatore,
e t’urta l’asinel che va a Rosello.

Madrigna ai figli, e d’animo beffarso,
del mondo Ella s’infischia; ed apre il core,
più che ad Azuni, ai cavoli col lardo.

Vai all’indice delle poesie su Enrico Costa >>


Approfondimenti consigliati:

Vota questo articolo

More Like This


Categorie


letteratura

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it