Economia finanza e1572598764241

Vai al menù degli esercizi svolti in partita doppia >>

<<< come trovare il nome dei conti di natura finanziaria

Passiamo adesso alla regola convenzionale di regolazione e di attribuzione del nome ai conti di natura finanziaria.

Qui è opportuno fare una distinzione fra i conti economici di reddito e i conti economici di capitale.

Per quanto inerente ai conti economici di reddito questi sono determinati in base all’oggetto, ossia la causa di sostenimento del costo (diretto o pluriennale).

Vediamo alcuni esempi riguardanti i conti economici di reddito:

  1. Conto materie prime/; c/acquisti
  2. Retribuzioni ai dipendenti
  3. Costi di trasporto

I conti segnati come esempi di conti economici di reddito sono accomunati dall’essere nello specifico conti economici rappresentanti costi di esercizio relativi a fattori produttivi di uso singolo.

Vediamo altri esempi di conti economici di reddito:

  1. Impianti industriali
  2. Brevetti industriali

Questi due ultimi conti rappresentano fattori produttivi con utilità plurima e quindi a costi pluriennali riferiti a una pluralità di processi produttivi nel tempo.

Spostiamoci ora verso altri conti economici di reddito:

  1. Prodotti finiti, c/vendite = vendita nel mercato di sbocco degli output
  2. Rimborso costi di trasporto = riferito a quel particolare tipo di realizzo costituito nel farsi rimborsare dai clienti i costi di trasporto sostenuti per mobilitare i prodotti finiti dallo stabilimento di produzione fino al luogo denominato dal cliente

Questi 2 esempi elencati sono i maggiori ricavi di esercizio.

Passiamo adesso ai conti economici di capitale; questi vengono determinati in base al capitale proprio, ossia la singola parte componente del capitale proprio, che sappiamo essere dal punto di vista economico il capitale di pieno rischio. E quali sono dal punto di vista aziendale le parti componenti il capitale proprio? Il capitale proprio si compone di “capitale di apporto” (iniziale) + il capitale di autofinanziamento (consiste negli utili di esercizio trattenuti all’interno dell’azienda non attribuiti ai soci ma trattenuti all’interno dell’azienda) + l’utile o perdita di esercizio.

Capitale proprio = capitale d’apporto + autofinanziamento + utile o perdita di esercizio

Ecco alcuni esempi di conti economici di capitale:

  1. Capitale sociale = è la veste giuridica del capitale d’apporto (quando l’azienda è giuridicamente organizzata in forma societaria).
  2. Autofinanziamento = dà luogo a quelle che giuridicamente vengono definite riserve di utile.
  3. C/ Utile di esercizio
  4. C/ Perdita di esercizio

Vai al menù degli esercizi svolti in partita doppia >>

<<< Torna indietro a come trovare il nome dei conti di natura finanziaria

Vota questo articolo