“Cuore, mio cuore, straziato da affanni”: poesia di Archiloco (frammento 128)

Albero al tramonto a Cagliari 1480x833 infonotizia

Archiloco (in greco antico “Ἀρχίλοχος”), vissuto fra il 680 a.C. – 645 a.C., è stato uno dei lirici e giambografi dell’antica Grecia più famosi.

Testo originale in greco antico

«θυμέ, θύμ᾽ ἀμηχάνοισι κήδεσιν κυκώμενε,
ἄνα δέ, δυσμενέων δ᾽ ἀλέξευ προσβαλὼν ἐναντίον
στέρνον, ἐν δοκοῖσιν ἐχθρῶν πλησίον κατασταθείς
ἀσφαλέως· καὶ μήτε νικῶν ἀμφαδὴν ἀγάλλεο
μηδὲ νικηθεὶς ἐν οἴκωι καταπεσὼν ὀδύρεο.
ἀλλὰ χαρτοῖσίν τε χαῖρε καὶ κακοῖσιν ἀσχάλα
μὴ λίην· γίνωσκε δ᾽ οἷος ῥυσμὸς ἀνθρώπους ἔχει.»

Traduzione in italiano della poesia

Cuore, mio cuore, travolto da angosce incurabili,

insorgi e opponiti verso chi ti è nemico, contrapponendo a loro il petto,

affrontando spavaldo i piani infidi degli oppositori;

non glorificarti a viso aperto se trionfi,

e non buttarti giù, non avvilirti dentro casa, se sconfitto,

ma godi delle cose felici e amareggiati per quelle malvage,

evitando l’eccesso, e impara le leggi che governano l’uomo.

 


Nota: la traduzione riportata è libera, non letterale.


Vorresti leggere tutte le poesie di Archiloco? Se ti va puoi acquistare un volume completo delle poesie di questo autore sfruttando queste offerte selezionate su Amazon.


Approfondimenti consigliati:

Vota questo articolo

More Like This


Categorie


letteratura

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it