“La forza della poesia” – Corrado Cioci: poesia sulla poesia

_______

Titolo:

La forza della poesia

A ognun che s ‘abbandona
A questo torrente
Sempre gonfio ,
Il cor giubila E non conosce fosso .
Dolce come quei venti di maggio
Ma più carco ed io ne son pervaso .
Si piega il duro acciaio ,freddo
Sen’anima a cotal bacio .
Una danza d’amor il mondo
Ammanta,troppo muto
Che a questo canto non pute
Rimaner selvaggio.
Taccian le bocche dei plumbei
Cannoni ,sol affamati di pianto e
Dolor.
Marte come dirigi trionfante
La dura marcia.
Ma da cotanta luce bianca
Scende la sacra poesia!
Ah giovanil fanciulla come sei snella
Come la tua molle chioma
Eolo dipana !
Allor son proni i poeti
Al tuo petto tu allattali
Con tuo talento
Riempi i ruscelli
D acqua scintillante
I prati d erba
Di rugiada pur mo nata
Nel bel giorno
Che il ciel rende giocondo
Due fanciullette
Dal vergine pie’
Disceser il Monte di beozia
E nell’ ozio che prende
Chi le arti ha lontano
Risvegliano le menti .
Una dolce vision
Che mai mortal vide
Tersicore ed erato!
Figlie sante date il frutto amato
Quinci come il sol stende i raggi
Istillo’nei petti la poesia d ‘amor !
L ‘altra nel vorticoso ballo
Freno’ la lenta marcia di tamburo
E rallegro’ col flauto .
Fate del piombo amaro
Risonanti campane
Tramandate l’ incanto
O poesia come sei bella
Come dai sapor alla vita
Eppur quella che pare indegna
Al tuo tocco
Ratto risorge !
Come Mida quel che volea
Era sol oro
Tu rasserena e rendi giusto
Quel che è torto
Parla per i potenti
Amor sulle lor labra pendi .
Vanno lieti nel tramonto,
Infuocati pensier.
Tu mia compagna
Or la mano mi guidi
Mi culli
Nel tuo culto
E se son degno
Fa di me poeta
Del tuo regno
Vuolsi così
Che io mi merga
Alla fonte di ippocrene!
E dissetarmi alle sacre acque
D’olimeios,
Per risorger a Nova vita,
La mia ispirazion sia perpetua
Come il fiume che la serba.

 

Autore dell’opera: Corrado cioci

 

Nota dell’autore per la comprensione della poesia

Erato e Tersicore
Erano ninfe della poesia amorosa e del ballo vivevano secondo la
Mitologia sul Monte elianto in beozia
Vi era una fonte detta ippocrene creata da uno zoccolo di Pegaso
E da quella fonte nascevano due fiumi olmeios e permessos
Dai cui chi beveva traeva ispirazione

La poesia! Un potente motore dell animo
Che riesce a a piegare l acciaio con la sua
Dolcezza e a ingebtilire i cuori più duri

 

Sull’autore: Corrado Cioci è un autore di poesie italiano autore della raccolta “I miei primi pensieri in poesia” pubblicata dalla casa editrice “Aletti Editore”. Per acquistare un suo libro o sapere di più a proposito delle sue pubblicazioni puoi guardare l’offerta disponibile qui sotto da Amazon.

Leggi altre poesie di Corrado Cioci

Questo autore ha effettuato numerose pubblicazioni di poesie su Infonotizia.it; per conoscere le altre pubblicazioni di Corrado Cioci su Infonotizia.it effettua una ricerca tramite la casella apposita inserendo il nome dell’autore.

 

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura italiana

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it