Efficienza ed efficacia in economia aziendale: ecco la differenza

Definizione di “efficienza” in economia aziendale

“L’efficienza” è generalmente il rapporto tra la produzione allestita e i fattori produttivi utilizzati.

Efficienza ed economicità

Si tratta di un concetto che qualifica l’economicità e consente di individuare le cause dell’economicità e della non economicità.

L’efficienza ha come indicatori fondamentali il rendimento fisico-tecnico dei fattori dei processi produttivi e i costi.

Il carattere dell’efficienza

Il carattere dell’efficienza può riferirsi ad aspetti diversi del processo produttivo, in particolare sul piano quantitativo, nel quale può esprimere il rendimento fisico-tecnico del dato fattore, o altrimenti la quantità di materia prima impiegata.

In termini valutativi può essere valutata in relazione al complesso delle caratteristiche funzionali della produzione allestita, quantificato in rapporto al volume degli scarti, ai resi, al controllo di qualità, agli investimenti di garanzia, eccetera.

In termini di valore, può apprezzarsi come rapporto di ricavi ottenuti e costo di dati fattori.

Efficienza e miglior risultato

L’efficienza esprime il livello più conveniente di rendimento o di produttività ottenibile dai fattori impiegati, come riflesso della spinta ad ottenere il miglior risultato a parità di risorse impiegate, ovvero a minimizzare le risorse necessarie per conseguire un dato risultato.

Formula matematica

L’efficienza è il rapporto fra produzione allestita e fattori produttivi impiegati:

Efficienza = Produzione allestita/Fattori produttivi impiegati

un altro modo di esprimere l’efficienza con una formula matematica, ma stavolta in termini di valore, può essere il rapporto fra ricavi ottenuti e costo del fattore:

Efficienza = Ricavi ottenuti/Costo del fattore

Schema differenze efficienza ed efficacia

La definizione di “efficacia” in economia aziendale

Il concetto di “efficacia” consiste nella capacità di raggiungere gli obbiettivi fissati, può prescindere quindi dai concetti di efficienza ed economicità.

Gli obiettivi dell’efficacia

L’efficacia realizzata nello sviluppo della gestione può riflettere obbiettivi di tipo quantitativo-monetario come il raggiungimento per un certo prodotto di un certo volume di ricavi di vendita, o anche in quanto obbiettivo di espressione di comportamenti gestionali come il numero di contatti con potenziali clienti effettuati dall’ufficio promozione.

Formula matematica

L’efficacia tratta del sostanziale rapporto tra i risultati ottenuti e risultati previsti.

Efficacia = Risultati ottenuti/risultati previsti


Approfondimenti consigliati

Vota questo articolo

More Like This


Categorie


Economia

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it