Traduzione poesia "Carpe diem" di Orazio con testo italiano e latino

carpe_diem traduzione poesia di Orazio

Carpe Diem è una frase latina che significa letteralmente ‘cogliere il giorno’, che si traduce appunto in italiano con ‘cogliere l’attimo’, nel senso di non sprecarlo.

Carpe diem è un termine che venne coniato dal poeta latino Orazio nella sua ode numero 11 (quella che abbiamo tradotto in questo articolo, intitolata ormai “Carpe diem”.

(Odi, I, 11):

Carpe diem, quam minimum credula postero
“Cogli l’attimo, non credere nel domani” (traduzione)

Carpe diem è diventato un tema letterario ricorrente nella letteratura mondiale come esortazione a non lasciare il tempo che ci è dato e di godere dei piaceri della vita lasciando da parte il futuro, che è incerto.

È interessante osservare come nel tempo sia cambiata la percezione della poesia “Carpe diem” così come anche il significato: durante il periodo del Medioevo è stato inteso come “vivere il momento, perché si sta andando a morire presto” ; in seguito, durante gli ideali rinascimentali di bellezza e perfezione hanno fatto mutare il significato come segue: “Vivi il momento perché dovrai invecchiare presto” Infine, in epoca barocca il tema di Carpe diem venne ripreso nello stesso modo, come nel Medioevo, ma con molta più intensità in termini di morte.

Testo della poesia “Carpe diem” di Orazio:

Tu ne quaesieris,
scire nefas, quem mihi, quem tibi
finem di dederint, Leuconoe, nec Babylonios
temptaris numeros. Vt melius, quidquid erit, pati,
seu pluris hiemes seu tribuit Iuppiter ultimam,
quae nunc oppositis debilitat pumicibus mare
Tyrrhenum! Sapias, uina liques et spatio breui
spem longam reseces. Dum loquimur, fugerit inuida
aetas. Carpe diem, quam minimum credula postero.

Traduzione completa in italiano della poesia “Carpe diem” di Orazio:

Non domandare mai quando si chiuderà la tua vita,
la mia vita, non tentare gli oroscopi d’oriente:
male è sapere, Leucònoe.
Meglio accettare quello che verrà, gli altri inverni che Giove donerà
o se questo è l’ultimo, che stanca il mare etrusco e gli scogli di pomice leggera.
Piuttosto sii saggia: e filtra il vino e recidi la speranza lontana,
perché breve è il nostro cammino, e ora, mentre si parla,
il tempo è giù in fuga, come se ci odiasse!
Così cogli l’attimo, non credere nel domani.

4 thoughts on “Traduzione poesia "Carpe diem" di Orazio con testo italiano e latino”

  1. Avrò letto Carpe Diem e la sua traduzione dal latino all’italiano almeno una cinquantina di volte e chissà quante volte lo farò ancora: il significato di Carpe Diem cambia infatti ogni volta a seconda della situazione in cui mi trovo e difficilmente non troverò niente a cui pensare e da imparare quando la leggerò in futuro… costituisce uno di quei cardini fondamentali della poesia latina che non possono e non devono per nessun motivo tramontare mai!!

  2. Poesia magnifica, un’altra di Orazio da leggere oltre Carpe diem è quella “altissimum monumentum aere perenni” dove spiega l’importanza e la potenza della letteratura paragonando le sue poesie alle piramidi egiziane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*