Torcicollo muscolare congenito: sintomi, cause e cura (appunti)

_______

Il torcicollo classico è un’inclinazione dal lato destro e una rotazione dal lato opposto, a sinistra, ma non sempre è così, si può avere una semplice inclinazione, senza rotazione, puoi non avere la tensione del muscolo sternocleidomastoideo. E allora dove dovete focalizzare la vostra attenzione? Dovete studiare la retrazione dello sternocleidomastoideo, e quindi il torcicollo muscolare, se è congenito, cari signori, per tutto quello che abbiamo detto di congenito fino ad adesso, è che voi dovete trovare una retrazione ab initio, dalla nascita, o perlomeno, visto che il collo è molto piccolino, nei tre-quattro mesi dovete trovare una retrazione muscolare e tendinea. Quello è il vero torcicollo muscolare congenito. Ma se trovate quello che viene tradotto come tumor, tumor come tumefazione, cioè come l’ematoma dello sternocleidomastoideo perché magari ha avuto una manovra nel corso della nascita da parte del ginecologo di uncinamento per rompere la clavicola per far passare nel canale del parto la testolina senza provocare danni tipo la spasticità ecc. Per cui, se si procura una tumefazione dello sternocleidomastoideo, come la dovete considerare, un torcicollo o non un torcicollo? Vi dovete mettere in testa una cosa, che all’esame a me non potete dire che il tumor diventa un torcicollo, perché esiste un lavoro in letteratura, e su Google lo trovate perché è free, Coventry, degli anni 80, che dimostra che il 95% dei tumor guarisce per i fatti propri, mai c’è stato un passaggio da tumor a torcicollo muscolare congenito. E siccome mi piace fare i paragoni, dovete sapere che è la stessa relazione che insiste tra l’atteggiamento scoliotico e la scoliosi. Mai un atteggiamento scoliotico si trasforma in scoliosi. Mai in medicina è il 95% dei casi. Del torcicollo quello che è importante è stabilire se c’è la rotazione, perché se non c’è rotazione potete avere un elenco di cause: ci può essere una deformità ossea, la C2 anziché essere simmetrica, è più bassa da un lato. Se andiamo nella sindrome di Klippel-Feil, collo corto e tozzo, è una deformità congenita che ha un torcicollo, ma non è torcicollo muscolare congenito, è Klippel-Feil, capite? Se ha un atteggiamento di questo genere può avere un otite, gli fa male l’orecchio, avete bisogno di visitarlo, dovete visitare le faringi per le trombe di Eustachio, oppure le orecchie oppure dovete mandarlo dallo specialista. Potrebbe essere un fatto reumatico, e quindi se è un fatto reumatico, che è raffreddato, e quindi se è in atteggiamento di torcicollo destro, non congenito, può essere un banale raffreddore, oppure ha preso un colpo di freddo, oppure è caduto. Ma può essere anche di origine oculare. L’origine oculare, e qui casca l’asino, perciò lo dovete capire, è legata allo strabismo. Lo strabismo è quello convergente (guardi la punta del naso), quello divergente (i due occhi guardano entrambi all’esterno), e poi esiste lo strabismo rotatorio. Nello strabismo rotatorio devo inclinare per poter avere una visione binoculare. Per poter inclinare significa che io posso avere o l’iperfunzione di un obliquo o l’ipofunzione di un altro obliquo. Se voi avete un’iperfunzione di uno degli obliqui, avrete l’adattamento dell’altro, e se è di sinistra ovviamente è diverso. A chi lo dovete inviare? Non all’oculista, ma all’ortottista, che valuta la motilità oculare. Quindi, quando siete di fronte alla deformità del torcicollo, se non trovate che è otitico, reumatico, post-traumatico, da tumor dello sternocleidomastoideo, dovete pensare all’oculare e mandarlo dall’ortottista, ma dovete mandarlo oltre i due anni, perché l’esame dell’ortottista si fa con la collaborazione del bambino. Qual è la terapia del torcicollo? È una terapia specialistica e la valuta lo specialista. Come trattiamo un tumor dello sternocleidomastoideo? Ci sono colleghi che mettono un collarino cervicale, ma non si devono mettere, perché se ho una contrattura muscolare e io stiro il muscolo ho l’effetto contrario, tende a diventare più contratto. Manipolazioni non se ne fanno perché se ho un ematoma muscolare alimento l’ematoma, e quindi produco un effetto iatrogeno, cioè ad una malattia prodotta dal medico che ha fatto una cosa sbagliata, producendo una fibrosi e quindi una retrazione e quindi evoluzione in torcicollo muscolare. Al massimo per sciogliere l’ematoma dovrei mettere un eparinoide.

(Appunti condivisi)

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Medicina e scienza

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it