Differenza tra raggi alfa, raggi beta e raggi gamma (raggi α, β e γ): spiegazione riassuntiva - Infonotizia.it


Differenza tra raggi alfa, raggi beta e raggi gamma (raggi α, β e γ): spiegazione riassuntiva



Cos’è la radioattività?

La radioattività è la manifestazione dell’instabilità nucleare: quando all’interno del nucleo atomico vi sia uno squilibrio tra neutroni e protoni l’atomo tende a spaccarsi, cedendo energia, derivante da questa condizione di instabilità.

Quando nell’atomo vi siano differenze fra il numero di protoni e neutroni, o quando vi siano molti protoni e pochi neutroni o al contrario molti neutroni e pochi protoni, l’atomo tende a essere radioattivo: ad esempio il carbonio 12 è stabile (è dotato di 6 neutroni e 6 protoni) mentre il carbonio 11 è instabile, quindi radioattivo (ha 6 protoni e 5 neutroni).

Quali sono le differenze fra raggi α, β e γ, (raggi alfa, raggi beta e raggi gamma)?

Procedendo rispettivamente nell’ordine cronologico in cui sono stati scoperti, vediamo in breve le principali differenze e definizioni riguardo ai raggi alfa, raggi beta e raggi gamma.

  • I raggi alfa (le radiazioni α) sono delle radiazioni prodotte da radionuclidi di tipo molto grosso, un esempio può essere costituito dai radioisotopi dell’uranio. Si tratta di raggi costituiti da 2 protoni e 2 neturoni che si possono fermare con il semplice ausilio di un foglio di carta, come scoprì lo stesso Rutherford.
  • I raggi beta (le particelle β) sono elettroni, i quali normalmente hanno carica negativa ma che possono essere anche positivi nel caso dei positroni. La particolarità dei raggi beta è che questi siano più piccoli rispetto ai raggi alfa, difatti non basta un foglio di carta per fermare il raggio beta ma è necessario un certo spessore, un materiale abbastanza denso come ad esempio la plastica.
  • I raggi gamma (radiazioni γ), simili ai raggi X, sono pacchetti di energia puri, pertanto senza materia, che a differenza dei raggi alfa e beta non sono fermabili se non da piombo o calcestruzzo o comunque materiali di elevatissima densità, alto numero atomico e spessore; una nota interessante può essere il fatto che poiché i raggi gamma vengono utilizzati in medicina qualsiasi sala adibita all’utilizzo di raggi gamma debba essere appositamente schermata.

Approfondimenti consigliati:

More Like This


Categorie


Fisica

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.Required fields are marked *

Puoi usare i seguenti HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.


Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it