Tempio a pozzo di Predio Canopoli in Perfugas: quello che si sa

_______

Tempio a pozzo di Predio Canopoli in Perfugas.

E’ uno dei due pozzi per il culto delle acque costruiti interamente in pietra calcarea (l’altro e’ il pozzo “Nuraghe Irru” di Nulvi). Scoperto casualmente nel 1923,fu scavato l’anno seguente dal Taramelli. Le strutture murarie sono state realizzate in tecnica isodoma con conci di calcare rifiniti dopo la posa in opera e cio’ rende molto
raffinata l’intera struttura. Si compone,secondo lo schema classico,di un atrio,una scala discendente e la camera con pavimento lastricato.
Ricoperto di terra dopo lo scavo del Taramelli, il pozzo fu successivamente oggetto di scavi clandestini che ebbero come conseguenza un grosso foro praticato nel lastricato della camera,fatto nella vana ricerca di una camera sottostante . Nel 1974 fu oggetto di un nuovo scavo archeologico che ha riportato il pozzo allo stato attuale di fruibilita’,consentendo anche il recupero di un bellissimo toro in bronzo che ora si trova nel Museo Archeologico di Sassari.

Il Pozzo sacro è situato nel centro storico, in prossimità della Chiesa parrocchiale Santa Maria degli Angeli, ed è databile al 1200 a.C. Il complesso si compone di ambienti sia abitativi che sacri che si collocano cronologicamente tra il nuragico medio e l’Età romana. La struttura, realizzata con blocchi di calcare finemente lavorati è costituita da un atrio rettangolare lastricato, da una scala con 8 gradini e dalla camera del pozzo a pianta perfettamente circolare. Era sede di culto delle popolazioni nuragiche.

Le strutture murarie sono state realizzate in tecnica isodoma con conci di calcare perfettamente squadrati, estratti probabilmente dalle cave del vicino paese di Laerru. Secondo lo schema consueto al tipo di edificio, si compone di un atrio, una scala discendente e la camera del pozzo. L’atrio ha pianta rettangolare della larghezza di 270 cm e lunghezza di 188 cm, è dotato di pavimento lastricato e presenta in entrambe le pareti sedili in pietra lavorata. Al centro del vano è presente un ulteriore blocco di calcare lavorato, forse una mensa sacrificale, nel quale è stata ricavata una vaschetta ed una canaletta per il deflusso dei liquidi.

Sul fondo del vestibolo si accede alla stretta scala, composta da otto gradini, che conduce alla camera del pozzo, quest’ultima di pianta circolare e sezione tronconica con un diametro di 170-160 cm ed un’altezza di 275 cm. La camera del pozzo, oggi svettata, probabilmente era in origine coperta a thòlos e con un’altezza stimabile in circa 4-4,5 metri.

Le pietre esterne al pozzo sacro presentano due bugne circolari in rilievo di incerto significato, destinate forse a facilitarne il trasporto o semplicemente con funzione ornamentale.

Il pozzo sacro fa parte di un complesso che comprende i resti di un recinto realizzato con grossi blocchi di trachite (themenos), edificato sulle rovine di un preesistente tempio a mégaron. Nelle immediate vicinanze sono inoltre presenti i resti di alcune capanne, con sovrapposizioni di abitazioni di età romana.

Negli scavi effettuati nel 1974 a cura dell’archeologo Giovanni Pitzalis, sono stati rinvenuti diversi oggetti di straordinario pregio e fattura fra i quali il famoso Toro, una statuina di toro in bronzo (VII-VI sec. a.C. ca.) conservata nel Museo archeologico ed etnografico di Sassari, ed un felino accosciato in osso, di manifattura fenicia (IX-VIII sec. a.C.)

Tempio a pozzo sardegna
Tempio a pozzo di Predio Canopoli in Perfugas

 

Tempio a pozzo di Predio Canopoli in Perfugas
Tempio a pozzo di Predio Canopoli in Perfugas
   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Ambiente e architettura

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it