Storia economica: paesi leader in Europa (XII – XVII) e decadenza italiana

Decadenza dell italia economica storia economica

<<< Torna all’elenco dei riassunti di storia economica

Paesi leader in Europa:

  • L’Italia centro-settentrionale e Paesi Bassi meridionali erano le regioni d’Europa più avanzate
  • L’italia tuttavia declinò e l’Olanda fu presto raggiunta e superata dall’Inghilterra
  • L’inghilterra già ricca della risorsa chiave dell’industrializzazione – il carbone – si era dotata per prima delle risorse socio-culturali necessarie.

 

Importante fu:

  • Capitale umano/tecnologico/Innovazioni
  • Innovazioni e migrazioni
  • Commercio: l’impulso della crescita economica europea derivò anche dal commercio marittimo, fluviale e terrestre
  • La rivoluzione demografica

 

Le ragioni del declino italiano:

  • Decadenza industriale
  • Decadenza commerciale
  • L’efficienza non appartiene più alle città stato ma alle nazioni moderne
  • La frammentazione italiana la condannò al declino.
  • Macchiavelli “Il principe” : ci vuole un principe governante che unifichi l’Italia per non avere decadenza economica.

Malanima: “economia italiana della crescita contemporanea medievale alla crescita contemporanea”

L’Italia aveva bisogno di uno stato-nazione diventando attore economico perché se così non è si incorre nel declino e nella recessione.

Putnam studiò l’Italia comunale dicendo che si può capire perché c’è tanta differenza di sviluppo economico in diverse aree geografiche all’interno dell’Italia stessa che si è mantenuta anche in epoca industriale.

<<< Torna all’elenco dei riassunti di storia economica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*