Storia e descrizione della chiesa di Santa Lucia a Cagliari – Via Martini (Castello)

Retro della chiesa di Santa Lucia a Cagliari con la torre Pisana
Retro della chiesa di Santa Lucia a Cagliari con la torre Pisana
Facciata della chiesa di Santa Lucia a Cagliari
Facciata della chiesa di Santa Lucia a Cagliari – Via Martini (Castello)

Storia e descrizione della chiesa di via Martini:

L’edificazione della chiesa di Santa Lucia a Cagliari risale probabilmente al 1539, quando, il viceré di Sardegna la donò con l’adiacente monastero ad un gruppo di monache clarisse inviate da Barcellona a Cagliari, da papa Paolo III.

La chiesa di Santa Lucia è priva di una vera facciata e si confonde con le costruzioni adiacenti risultando interna all’Asilo Umberto e Margherita. L’asilo d’infanzia è difatti ospitato nel vecchio monastero delle Clarisse mentre la chiesa, con un ingresso indipendente, presenta nella cappella sinistra le caratteristiche del gotico-catalano nella sua declinazione sarda e nella cappella destra i successivi interventi con inserimento di strutture barocche.

La navata della chiesa di Santa Lucia è unica, divisa in due campate voltate a crociera costolonata con gemma pendula al centro. Il presbiterio, leggermente più stretto dell’aula, è coperto da una volta stellare con nervature ogivali e gemme pendule ed è raccordato all’aula tramite un arco a sesto acuto che scarica su capitelli di foggia gotico-catalana.

All’esterno dell’edificio, sul lato orientale di Castello, è visibile una torre, quale residuo delle fortificazioni pisane.

Posizione della chiesa su Google Maps:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*