Storia dell’anfiteatro di Chieti (antica Teate): scoperta e storia passata

_______________

____________________
 
 
 
 
 

Nati in ambito funerario per commemorare, con cruenti sacrifici umani, defunti importanti, i giochi gladiatori a Roma vennero istituiti ufficialmente dallo stato nel 105 a.C., e da allora conobbero ovunque nel mondo romano una enorme popolarità e una capillare diffusione. Fenomeni di costume profondamente radicato nella vita di tutti i giorni, scanditi dai calendari dei ludi gladiatori, fino all’affermazione del cristianesimo tali combattimenti alimentarono un fanatismo di massa spesso utilizzato dalle autorità, e in particolare dagli imperatori, come potente strumento di controllo politico e di autopromozione. Per ospitare spettacoli tanto richiesti e seguiti, in cui perdevano la vita in modi feroci e spettacolari belve e uomini (schiavi, criminali, condannati a morte, prigionieri di guerra), l’architettura romana creò un edificio nuovo e originale, l’anfiteatro appunto, conceputo in modo che l’arena fosse ben visibile in ogni punto delle gradinate.

Come tutti i centri dell’epoca romana, anche Teate ebbe il suo edificio per spettacoli, per la realizzazione del quale venne scelta l’area meglio accessibile, l’acropoli, che era stata sede di un importante, antico e venerato santuario cittadino. Nello stesso luogo destinato all’anfiteatro di cui, nel tempo si era persa anche la lontana memoria, la città moderna del tutto inconsapevolmente ha costruito il suo stadio, eretto negli anni 1930 circa sul monumento antico sepolto.

La storia del rinvenimento dell’anfiteatro teatino è un classico esempio di archeologia ubrana, in cui la vita quotidiana della città moderna si lega inesorabilmente alla ricerca delle tracce del passato. Casualmente infatti, nel corso dei lavori di costruzione di un grande serbatoio idrico, nel 1982, venne scoperto l’anfiteatro romano sotto lo stadio comunale, in uso fino a quel momento. Da allora scavi e ricerche si sono susseguiti negli anni, confermando la straordinaria valenza di questo sito e la necessità di preservarlo e valorizzarlo come una testimonianza del passato e della storia della città. Alla collettività infatti è recentemente restituito nel 2000 come parco archeologico, nella funzione che gli era stata propria nel passato momento e recente: un luogo di grande aggregazione, spettacolo e sport, ma oggi anche sede di promozione culturale, turistica e sociale.

   

_______

More Like This


Categorie


Storia

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 




 

Categorie


Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it