Stato totalitario: riassunto breve e definizione (appunti)

Di seguito vedremo il riassunto e la definizione dello stato totalitario, ricercandone l’origine e le caratteristiche.

La crisi dello Stato liberale va ricercata nel primo conflitto mondiale e nella crisi economica che ne seguì: in paesi come l’Italia, in cui il sistema economico si presentava particolarmente fragile, il diffuso malcontento delle classi disagiate produsse un aumento tale della pressione sociale da determinare il crollo delle istituzioni dello Stato liberale. Lo sbocco di questa situazione di crisi fu rappresentato dall’avvio dello Stato totalitario, uno Stato che nasce con l’obiettivo primario di sostituire l’apparato istituzionale dello Stato liberale, mediante l’introduzione di una nuova organizzazione ispirata a un forte accentramento del potere intorno alla figura di un “capo”, in grado di contenere regolare in maniera autoritari conflitti sociali. Il partito unico veniva utilizzato come canale di formazione dell’indirizzo politico generale e i mezzi di comunicazione di massa come strumenti per l’allargamento della base del consenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*