Spino cerebello (paleocerebellum) – spiegazione riassuntiva appunti medicina

Lo spino cerebello (paleocerebellum) spiegazione cos'è appunti medicina riassunto

Lo spino cerebello (paleocerebellum) occupa la zona mediana e paramediana degi emisferi cerebrali ed è l’unica parte che riceve imput direttamente dal midollo spinale. riceve anche imput dalle aree sensoriali associative visive e acustiche dopo relais pontini e anche dai nuclei vestibolari.

• la superficie ventrale del verme anteriore non rientrerebbe nella classificazione precedente di vestibolo cerebello delimitata al nodulo e al flocculo. quella in realtà è una schematizzazione.

• i segnali da aree sensitive visive e acustiche arrivano dai nuclei del tetto relativamente ai corpi quadrigemini superiori e inferiori.

• risulta costituito dal verme piu la porzione paramediana degli emisferi cerebellari e dal lobo anteriore del cervelletto e dal lobulo simplex e piramide a livello del lobo posteriore del cervelletto

• afferenze: fascio spinocerebellare dorsale e ventrale (dall’arto inferiore e tronco)

• fascio cuneo cerebellare (arto superiore e collo)

• fibre olivocerebellari condrolaterali (si proiettano su tutta la corteccia cerebellare e sono cosiddette fibre rampicanti per la loro morfologia rapicante lungo le cellule del punrkinjie)

• fibre trigemino cerebellari (che portano informazioni relative ai muscoli masticatori)

• reticolo cerebellari (dai nuclei reticolari dei nuclei cerebrali, informazioni dal midollo spinale e centri superiori)

• fibre rubrocerebellari

• questi fasci di fibre arrivano allo spino cerebello attraversoi peduncoli inferiori. mentre il fascio

spinocerebellare ventrare, arriva al cervelletto tramite i peduncoli cerebellari superiori. prima di

arrivare alla corteccia queste fibre inviano collaterali a nuclei profondi del cerebello (globoso ed

emboliforme).

• le fibre afferenti sono di due tipi: olivo cerebellari= rampicanti, tutte le altre sono indicate come

fibre muscoidi.

• efferenze: nascono dalla corteccia cerebellare e i messaggi in uscita escono tramite le fibre del

punrkinjie. queste raggiungono il nucleo cerebellare globoso ed emboliforme e da qui inizia l’uscita

dal cervelletto. le fibre che escono da questi nuclei cerebellari sono dirette alla formazione

reticolare, per poi dare origine ai fasci reticolo spinali; in parte tramite i fasci reticolopaleorubri,

arrivano al nucleo rosso formando il fascio rubrospinale. i messaggi in uscita dal cervelletto sono

dirette al midollo spinale, cioè devono raggiungere tutti i muscoli da cui sono partiti gli stimoli,

anche ai masticatori e a tutti i muscoli dai quali partono gli stimoli

• ruolo dello spino cerebello: controllo della postura nel corso dei movimento attraverso i facsi

reticolo spinali che assicurano la modulazione del tono muscolare e della sinergia tra i muscoli. in

particolare le efferenze che partono dalla porzione laterale dello spinocerebello sono destinate ai

muscoli distali. la parte centrale, il verme, è principalmente connesso con i muscoli prissimali.

lesione del verme provono ASINERGIA incoordinazione muscolare, ATASSIA instabilità della

postura, DISMETRIA incapacità di raggiungere un obiettivo con precisione (prova clinica: far

toccare la punta del naso con il dito, sia a occhi aperti che chiusi. all’avvicinamento al naso

interviene il tremore intensionale in stati potologici)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*