Volo di notte – Incipit (traduzione in italiano) – Saint Exupéry –

Volo di notte – Incipit (traduzione in italiano) – Saint Exupéry – 

Vol de nuit incipit in italiano

Le colline, sotto l’aereo, scavavano già il loro solco d’ombra nell’oro della sera.

Le pianure divenivano luminose ma d’una lucentezza inconsumabile: in quei paesi non smettono mai di rendere il loro oro così come dopo l’inverno, non smettono mai di rendere la loro neve.

 

E il pilota Fabien, che portava dall’estremo Sud, verso Buenos Aires, il corriere della Patagonia,
riconobbe l’approssimarsi della sera dagli stessi segni che fanno riconoscere le acque d’un porto: da quella
calma, da quelle leggere rughe che appena disegnavano tranquille nubi. Egli entrava in una rada immensa e felice.
Avrebbe potuto credere, in quella calma, di fare una lenta passeggiata, proprio come un pastore.
I pastori della Patagonia vanno, senza fretta, da un gregge a un altro: egli si
recava da una città all’altra, era il pastore delle piccole città.
Ogni due ore, ne incontrava qualcuna che veniva a bere a bordo dei fiumi o che brucava per la pianura.
Qualche volta, dopo cento chilometri di steppe più deserte del mare, avvistava una fattoria sperduta, e che sembrava
portarsi dietro, in un’onda le praterie, il suo carico di vite umane, allora salutava con le ali quella nave.

(…)

@Traduzione Simone Puligheddu

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*