Riassunto filosofia Kantiana – criticismo – prassi – teoria – spiegazione pensiero

_______

           Mappa Kant

Riassunto filosofia di KANT – appunti inviatici via mail

Kant è il maggiore esponente del Criticismo che è un indirizzo filosofico che si propone di studiare i problemi della coscienza filosofica.
Criticismo costantemente la Ragione.
Viene chiamato anche filosofia del limite, perché tende a limitare le possibilità della conoscenza umana.
Kant = morale e felicità
Kant pubblica questo saggio nel 1793.
Kant in questo saggio inizia con la differenza tra teoria e prassi.
Si dice Teoria un complesso di regole, anche pratiche, quando tali regole vengono pensate, secondo una certa universalità, come principi e si astragga, perciò da una quantità di condizioni che pure hanno necessaria influenza sulla loro esecuzione. Viceversa, non si dice prassi una qualsiasi pratica, ma solo quell’attuazione di un fine che venga pensata come applicazione di certi principi dell’agire, rappresentati in generale.
Quindi si dice Teoria un insieme di regole, anche pratiche che vengono pensate come principi. La prassi è l’attuazione di un fine che viene pensato come l’applicazione di certi principi dell’agire rappresentati in generale.
Fra Teoria e prassi è richiesto un punto di passaggio dell’uomo e dell’altro, per quanto perfetta sia la Teoria è evidente che è necessario che ci sia la pratica. Ad esempio dei medici o giure consulti che hanno compiuto bene i loro studi, però al momento di mettere in pratica le nozioni apprese, non ne sono in grado, infatti può succedere che i teorici nella loro vita non riescono mai a diventare pratici, perché sono scarsi quanto a facoltà di giudicare. Però può verificarsi il caso che la Teoria sia imperfetta dunque il suo completamento può avvenire solo attraverso l’esperienza; perché esiste la Teoria che deve essere appresa così.
La trattazione delle Teorie con la prassi viene suddivisa secondo 3 diversi punti di vista dai quali si pone per giudicare il suo oggetto di gentiluomo (in questo caso Edmund Burke) che discute con presunzione di Teoria e sistemi: Dunque si pone come:
UOMO PRIVATO E UOMO PRATICO;
COME UOMO DI STATO;
COME UOMO COSMOPOLITICO, (O CITTADINO DEL MONDO IN GENERALE).
Queste 3 persone si fanno poi tutt’uno nel dare addosso all’uomo di scuola che, per tutte loro e per il loro bene, elabora teoria, è ciò dato che quelle si illudono di sapere di più, per farlo tornare nella sua scuola, come un pedante che, inutile, per la prassi, sia solo d’impiccio alla loro sperimentata sapienza.
Questo capitolo parla delle ragioni che risultano dalla trattazione stessa, che saranno intitolati secondo il rapporto della Teoria con la prassi nella morale, nel diritto dello Stato e nel diritto delle genti.
Il rapporto fra Teoria e prassi viene presentato in 3 capitoli:
Luogo riguardo alla Morale, in generale in vista del bene di ogni uomo;
Luogo riguardo alla Politica in vista del bene di ogni stato;
Luogo in vista del bene del genere umano e del suo progresso negli anni a venire.
I CAPITOLO
Sul rapporto fra teoria e prassi nella morale in generale

Questo capitolo inizia con il confronto fra la Teoria di Kant (fare pure riferimento all’uso di un unico termine) e di Garve per sapere quale sia la differenza fra loro.
Aristotele nell’introduzione definisce la morale che è quella scienza che insegna come essere degni della felicità e non di come cercare di essere felici. L’essere degni della felicità è una qualità della persona fondata sulla volontà propria del soggetto, per essere degno deve volerlo lui, essa è distinta da quella facoltà di ricerca della felicità, infatti se il soggetto non lo fa con la propria volontà non è degno. L’uomo inoltre non deve rinunciare alla felicità, ma non deve inoltre vederla come una condizione da osservare prescritta agli dalla ragione come se fosse una legge.

 

Ma il concetto di un diritto esterno in generale deriva interamente dal concetto della libertà nel rapporto esterno degli uomini tra loro e non ha nulla a che fare con il fine che tutti gli uomini hanno di natura, così che questo fine, proprio perciò, non si deve assolutamente intromettere in quella legge come suo fondamento di determinazione.
Diritto è la limitazione della libertà di ognuno alla condizione dell’accordo di questa con la libertà di ogni altro, in quanto ciò sia possibile secondo una legge universale, e diritto pubblico è l’insieme delle leggi esterne che rendono possibile un tale accordo onnicomprensivo.

Ora, dato che ogni limitazione della libertà attraverso l’arbitrio di un altro si chiama coazione, ne consegne che la costituzione civile è un rapporto di uomini liberi che però sta sotto leggi coattive: poiché la ragione stessa lo vuole, e precisamente la ragione legislatrice pura a priori, che non tiene in considerazione alcun fine empirico, in quanto riguardo alla felicità e a dare essa sia da riporre gli uomini la pensano del tutto diversamente, così che la loro volontà non può essere ricondotta sotto nessun principio comune, dunque anche sotto nessuna legge esterna che si accordi con  la libertà di ognuno.
Dunque lo stato civile, considerato semplicemente in quanto stato giuridico è fondato sui seguenti principi a priori:
La libertà di ogni membro della società, come uomo.
L’eguaglianza di ogni membro con ogni altro, come suddito.
L’indipendenza di ogni membro di un corpo comune come cittadino.

La libertà: come uomo, il cui principio per la costituzione di un corpo comune: nessuno mi può costringere ad essere felice a suo modo (nel modo in cui questi si immagina il benessere di altri uomini); ma ognuno deve poter cercare la sua felicità per la via che gli appare buona, cioè tendere ad un analogo fine, la libertà che possa accordarsi con la libertà di ognuno (ossia con questo diritto dell’altro) secondo una possibile legge universale. Un governo che fosse fondato sul principio della benevolenza verso il popolo, come di un padre verso i sui figli, vale a dire un governo paterno,

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Filosofia

Tag


Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it