Accettazione dei cookie



Recensione “SVĀMIN VIVEKĀNANDA” – Il monaco del dialogo (libro)




SVĀMIN  VIVEKĀNANDA
Il monaco del dialogo

  • Collana “Santi e Yogin”, a cura di Svamini Hamsananda Giri; introduzione di Christopher Isherwood;
  • Laksmi
  • 2013
  • Pagine del libro: 240

Recensione

Svāmin Vivekānanda, monaco e filosofo indiano del XIX secolo, ha portato un contributo fondamentale nella storia del dialogo interreligioso. Fu il primo monaco induista a sbarcare in Occidente e, attraverso i suoi pensieri, ha cercato di integrare la cultura occidentale con quella orientale. Per quel tempo fu all’avanguardia la sua convinzione che non esiste distinzione tra uomo e donna, e non solo nel campo della spiritualità. Egli crea un’idea unitaria di induismo, esortando a vedere Dio in tutto e auspicando una religione al servizio degli uomini. Il suo insegnamento, volto alla pace e all’armonia tra le religioni e tra i popoli risulta quanto mai attuale in un periodo storico come quello che stiamo vivendo pieno di contrasti tra etnie e culture. Vivekānanda rimane un grande esempio per la sua umanità e per l’amore con cui si è dedicato ai poveri e ai sofferenti, ma è stato essenziale per la divulgazione del pensiero indiano nel mondo occidentale.

Autrice della recensione: Giulia Dante

Vota questo articolo
[Voti: 0   Media: 0/5]

More Like This


Categorie


Recensioni

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.





Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it