Differenza fra civilità primitiva, agricolo pastorale e industriale – riassunto storia economica

Civiltà primitiva riassunto

<<< Torna ai riassunti di storia economica

Uno sguardo allo sviluppo economico sul lunghissimo periodo.

Riassunto civiltà primitiva – storia economica

Civiltà primitiva: per decine di migliaia di anni l’umanità trascinò la sua esistenza con un regime economico basato sulla caccia, la pesca, la raccolta di frutti selvatici e talora il cannibalismo. Vita in continuo movimento, senza insediarsi stabilmente. Le caverne naturali erano il rifugio più diffuso, poi sostituite da tende e capanne. La speranza di vita alla nascita era tra i 25 e i 30 anni. Questa situazione in molte zone non ha dato segni fi evoluzione: si è sviluppato un po’ per artigianato (tessile) ma spesso per cprirsi gli uomini usavano pelli. Era una civiltà itinerante che non poteva accumulare né piantare radici, al massimo poteva trasmettere oralmente le sue tradizioni.

Riassunto civiltà agricolo-pastorale – storia economica

Civiltà agricolo-pastorale: zone temperate (Asia, Europa; America, Africa sett) a partire dal 7000 a.C. si coltiva la terra e si allevano animali (prima di transumanza poi in ambiente fisso). Quindi le prime forme di stanzialità (primi villagi stanziali a Gerico e nel Medio Oriente, successivamente in Centro America e Cina, poi la rivoluzione agricola si diffuse con molti parti in Europa, Oriente, America). Questa civiltà vide fiorire città e imperi, esansione della popolazione, diffusione della “cultura” (in senso materiale e spirituale). Sviluppo della scrittura, amore per la conoscenza (tramandata con la scrittura). L’incapacità di controllo dell’ambiente (eventi naturali, epidemie) e la conflittualità generata dai potenti eserciti che si crearono mantennero la civiltà agricolo-pastorale a un livello pari a quello delle civiltà primitive a comunque la civiltà agricolo pastorale rivelò presto il gusto del nuovo (al contrario della civiltà primitiva- ripetitiva).

Riassunto civiltà industriale – storia economica

Civiltà industriale: dopo il rinascimento, tra il XVI secono e il XVIII secolo dopo cristo la speranza di vita triplicò, la popolazione del mondò aumentò, l’urbanizzazione si diffuse, modi di lavoro e di vita mutarono radicalmente. Una civiltà capace di trasformazione assai più radicale in un tempo comparativamente breve. Per questo la civiltà industriale è indicata come una “rivoluzione”.

<<< Torna ai riassunti di storia economica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*