Poesia su Tempio – Enrico Costa (1895) – autore sardo

tempio-pausania-poesiajpg

Materiale tratto da www.sardegnadigitallibrary.it – Autore – Editore

Poesia su Tempio – di Enrico Costa – autore sardo 1895

Nipote ai Corsi, e figlia di Gallura;
Or cupa sospettosa, or spensierata;
Là, di Limbara al piè, fra grige mura,
Siede Tempio di quercie incoronata.

Uomini ha fieri, dèditi a le liti;
Ha donne belle, facili ai puntigli.
Salda negli odj come i suoi graniti,
A vendetta educò tutti i suoi figli.

E mentre a lavar l’onte ella s’appresta,
Vengon folate di voci argentine
Dal gajo verde de le vigne in festa.

Nei canti arguta, dimessa nei drappi,
Apre agli ospiti il core e le cantine;
E a tutti vino dà, salami, e … tappi!

Torna all’indice di Enrico Costa >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*