EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE



Poesia su Oristano – Enrico Costa (1895) Poesia Sardegna



Questa poesia venne scritta da Enrico Costa e venne pubblicata nel 1895.

Testo della poesia su Oristano

Tra i fichi d’India, in un torpor letale,
Immersa par l’indolente Signora…
Dorme lo stagno… e in alto sbatton l’ale
Le cornacchie, gracchiando ad ora ad ora.

E mentre il Tirso minaccioso sale
Aituguri di fango, i Santi implora
E per amor di Dio sopporta il male
La chittà di Mariano e d’Eleonora.

Per gli arsi campi, scalzo e raso in faccia,
Trotta il servil paesano – e a Ponte Manno
Van le servotte a farsi corteggiare.

Buoni amaretti, muggini, e vernaccia
T’offron gli amici: e obliar così ti fanno
Le malariche febbri e le zanzare.

Torna all’indice su Enrico Costa >>

More Like This


Categorie


letteratura sarda

Categorie





Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.


Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it