Poesia “Der Goldschmiedsgesell” (L’apprendista orafo) di Goethe : traduzione e testo dal tedesco

_______________
____________________
____________________
 
 
 
 
 

Der Goldschmiedsgesell è una delle poesie di Johann Wolfgang von Goethe, parla della passione di un’apprendista orafo innamorato della vicina, una ragazza amabile che tesse vicino a lui mentre lavora, citando i suoi pensieri e desideri in una sorta di monologo interiore.

Di sotto puoi leggere il testo originale della poesia in tedesco con la traduzione in italiano della poesia; puoi anche ascolare il video appena sotto con la musica a cui è stata associata la poesia (anche se personalmente non la trovo attraente 😀 ) per ascoltare la pronuncia del testo in tedesco.

Titolo: Der Goldschmiedsgesell (L’apprendista orafo)

Es ist doch meine Nachbarin
La mia vicina è veramente
Ein allerliebstes Mädchen!
una ragazza adorabile!
Wie früh ich in der Werkstatt bin,
Non appena apro la bottega,
Blick ich nach ihrem Lädchen.
guardo verso il suo piccolo negozio.

Zu Ring und Kette poch ich dann
Dopo prendo a battere l’oro filato
Die feinen goldnen Drähtchen.
per una catenina o un anello.
Ach, denk ich, wann, und wieder, wann
Penso e ripenso, ah, quando, quando
Ist solch ein Ring für Käthchen?
Per Käthchen un anello come questo?

Und tut sie erst die Schaltern auf,
Non appena lei apre gli sportelli,
Da kommt das ganze Städtchen
tutta la cittadina viene in massa,
Und feilscht und wirbt mit hellem Hauf
tirando sul prezzo, vorrebbe ogni cosa,
Ums Allerlei im Lädchen.
assiepata nel piccolo negozio.

Ich feile; wohl zerfeil ich dann
Io limo, certo capita che spezzi
Auch manches goldne Drähtchen.
di tanto in tanto qualche filo d’oro.
Der Meister brummt, der harte Mann!
Il padrone, insensibile, brontola!
Er merkt, es war das Lädchen.
Ha capito che è colpa del negozio.

Und flugs, wie nur der Handel still,
Quando poi si è diradata la folla,
Gleich greift: sie nach dem Rädchen.
subito lei si mette all’arcolaio.
Ich weiß wohl, was sie spinnen will:
Io conosco bene che cosa vuole tessere,
Es hofft das liebe Mädchen.
cosa spera la dolce ragazza.

Das kleine Füßchen tritt und tritt;
Il piedino si muove veloce,
Da denk ich mir das Wädchen,
m’immagino il sottile polpaccio,
Das Strumpfband denk ich auch wohl mit,
la giarettiera pure m’immagino,
Ich schenkts dem lieben Mädchen.
che ho regalato all’amabile ragazza.

Und nach den Lippen führt der Schatz
Quel tesoro si porta alle labbra
Das allerfeinste Fädchen.
un filino dei più sottili.
O war ich doch an seinem Platz,
O potessi essere al suo posto!
Wie küßt ich mir das Mädchen!
Come la coprirei di baci!

   
_______

More Like This


Categorie


letteratura

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>




 

Categorie


Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it