“Petra nera su petra bianca” poesia di César Vallejo – traduzione in italiano

_______

petra nera su petra bianca poesia traduzione testo Parigi

Analisi della poesia tradotta in italiano “Petra nera su petra bianca” di César Vallejo (Santiago de Chugo 1892 -Parigi 1938):

La morte è una costante nella poesia di tutti gli autori, sia di narrativa che di poesia. Tuttavia cui ci sono molti modi per esprimere questo sentimento.

Quello che vedo nei poeti è che mentre ci avviciniamo alla fase finale della loro vita, la presenza della morte è molto più consistente, spesso più in ansia e molto più è descritto ed è associata ad altre sensazioni, come la perdita, la solitudine e la paura all’ultimo momento.

Il poeta, nella poesia “Petra nera su petra bianca”, esprime di voler morire a Parigi in una giornata piovosa, e nei migliori ricordi. Non vuole correre incontro alla morte, ma desidera che si verifichi quando il tempo è in un dato giorno. Se dovete sceglierne un giorno per morire, secondo Vallejo è meglio il Giovedi, perché “si sente il dolore della vecchiaia”

Il poeta si vede morto e parla in terza persona, come se qualcun’altro parlasse di lui; Giovedi… il giorno in cui avrebbe preferito morire è un giorno di pioggia, perché quando piove, emerge la sua solitudine.

Da un lato nella poesia “Petra nera su petra bianca” c’è il dolore. Stiamo parlando di un qualche tipo di disturbi fisici; dall’altra parte, il senso di solitudine più pronunciato, o perché ha perso gli amici, ormai morti.

Ciò che è rilevante non è solo la sensazione che la morte è vicina, ma a poco a poco da questa sensazione sarà un poeta sempre più ossessionato da quest’idea.

PIETRA NERA SU UNA PIETRA BIANCA – poesia tradotta in italiano

Morirò a Parigi mentre fuori diluvia
un giorno del quale possiedo già il ricordo.
Morirò a Parigi – e non mi confondo
forse un giovedì, come oggi, d’autunno.

Sarà di giovedì, perché oggi, giovedì, che scrivo
questi versi, gli omeri mi si son messi
alla meno peggio e, mai come oggi, son tornato
con tutto il mio cammino, a vedermi solo.

César Vallejo è morto, lo picchiavano
tutti senza che lui avesse fatto nulla
gli davano duro con un bastone e duro

anche con una corda: testimoni
i giorni giovedì e gli ossi omeri
la solitudine, la pioggia e le strade.

(traduzione della poesia di Federico Guerrini)

PIEDRA NEGRA SOBRE UNA PIEDRA BLANCA – testo

Me moriré en París con aguacero,
un día del cual tengo ya el recuerdo.
Me moriré en París – y no me corro –
tal vez un jueves, como es hoy, de otoño.
Jueves será, porque hoy, jueves, que proso
estos versos, los húmeros me he puesto
a la mala y, jamás como hoy, me he vuelto,
con todo mi camino, a verme solo.
César Vallejo ha muerto, le pegaban
todos sin que él les haga nada;
le daban duro con un palo y duro
también con una soga; son testigos
los días jueves y los huesos húmeros,
la soledad, la lluvia y los caminos…

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it