Perché in Asia si sviluppò economicamente solo il Giappone?

Riassunto Giappone storia economica

Riassunti di storia economica – elenco dei capitoli riassunti

Il Giappone aveva avuto influenze dalla Cina (vita sofisticata e complessa, con cultura confuciana). A differenza della Cina, però, aveva un imperatore “costituzionale”, cioè un imperatore che conserva un ruolo simbolico, ma che non esercitava direttamente il potere.

Il Giappone preindustriale aveva grandi città e mercati funzionanti e un sistema creditizio abbastanza sviluppato. L’istruzione nelle classi più elevate (samurai) era eccellente. Però come la Cina si era chiusa all’influenza occidentale, proibendo ai suoi cittadini di viaggiare all’estero e limitando il commercio. Tra il 1853 e il 1854 l’ammiraglio Perry minacciò con  le sue navi di bombardare Tokyo se la politica estera del Giappone non fosse cambiata: l’imperatore dovette cedere e il Giappone si dovette aprire all’occidente, ma non poteva introdurre dazi superiori al 5%. Quando salì al potere Mutsuhito iniziò una serie di riforme istituzionali: vennero abolite le caste, i samurai non ricevettero più uno stipendio e furono spinti a intraprendere carriere negli affari; la burocrazia statale fu modernizzata; il sistema educativo divenne più efficiente e generale; giovani preparati mandati in occidente a studiare le istituzioni occidentali, venne riorganizzato l’esercito. Non fu facile decollare perchè il paese era piccolo, montuoso e le risorse del sottosuolo scarse, per cui necessitava di molte importazioni. Esportarono perciò seta grezza, thè. Decollò l’industria tessile e quella pesante, anche se lentamente e su piccola scala. Furono costruite ferrovie, si diffuse l’elettricità, nacquero quelle costellazioni di imprese di tipo familiare dette zaibatsu, con al centro una banca che le finanziava e che molto spesso falliva con le imprese nel tentativo di salvarle. Dagli anni 50′ dell’800 il Giappone divenne una potenza.

Riassunti di storia economica – elenco dei capitoli riassunti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*