Perché fu la Gran Bretagna a sviluppare la rivoluzione industriale per prima? – riassuto storia economica

_______

Rivoluzione industriale perche in inghilterra

<<< Torna all’elenco dei riassunti di storia economica

Perché fu la Gran Bretagna a sviluppare la rivoluzione industriale per prima?

Fattori facilitanti: storici, di natura (a livello di risorse, base per la prima rivoluzione industriale perché paesi ricchi di ferro e di carbone per mille usi).

Fondamentali: innovazioni istituzionali

  • Capitale umano

Analizziamo i fattori facilitanti:

  • Carbone/ferro:  di natura geo-fisica
  • Ultima invasione nel 1066 da parte di Guglielmo il Normanno di natura storica
  • attività più praticate erano la pesca, il commercio, la pirateria, la navigazione: di natura economica
  • numerose vie d’acqua ed una superficie isolana: di naura geografica (n.b. fu la prima nazione ad eliminare i dazi interni sulle merci e gli scambi)
  • Riserva di manodopera agricola: di natura economica (n.b. si creano grandi aziende agricole con metodi estensivi o intensive e vengono inseriti nuovi macchinari come l’aratro di ferro o la seminatrice automatica).

Analizziamo i fattori fondamentali:

  • 1215 Magna Carta libertatum pose le basi del regime parlamentare inglese (il re si impegnava a garantire due camere parlamentarie, che dovevano affiancarlo nelle decisioni più importanti riguardanti l’economia)
  • 1640 Carlo I esautorò il parlamento (cioè il ritorno alla figura del monarca assoluto)
  • 1649 Oliver Cromwell vinse e decapitò il re (guerra civile, dopo la morte di Cromwell si reintrodusse la famiglia reale con Mary Stweart e Guglielmo d’Orage con la promessa di rispettare i Bill of Rights)
  • 1679 Habeas Corpus Act sancì la libertà personale dei sudditi e proibì la carcerazione arbitraria
  • 1689 Bill of Rights  potere legislativo al parlamento (con avvallo definitivo del re); libertà di parola e di stampa. Nasce così la prima Monarchia Parlamentare!

Innovazioni in campo economico

  • 1621 Enclosure Bill recinzione dei campi aperti (nei piccoli borghi inglesi esistevano “open fields” aperti a tutti i contadini, nel 1621 si dà l’opportunità ai Comuni di vendere questi open fields -> proprietà privata: obbiettivo era la formazione di grandi aziende agricole e il miglioramento dei mezzi di produzione, ci furono colture alternate, maggiore integrazione tra l’agricoltura e l’allevamento e diffusioni di nuovi prodotti alimentari;
  • 1624 venne introdotto il brevetto: avevano la durata di 25 anni e portò l’inventore a dare di più e quindi fu motore di spinta economica.

Perchè in Inghilterra?

  • Ruolo della domanda interna e internazionale
  • Innovazioni e invenzioni tecnologiche nel settore tessile, siderurgico, minerario
  • Ampia disponibilità di materie prime (cotone, minerale di ferro, carbone)
  • Scoperta di nuova fonte di energia a vapore (applicabile ai mezzi di produzione e trasporti ecc)
  • Venne messo in dubbio il concetto tipico patrimoniale che avevano i sovrani del loro regno
  • La forza e ricchezza di uno stato ora non erano più direttamente proporzionali all’estensione territoriale
  • La ricchezza ora dipendeva dalla tecnologia incorporata nei trasporti e nei prodotti: i prodotti inglesi conquistano il mondo.

Concludendo:

  • Il primato europeo
  • Un vantaggio comprato: clima, localizzazione geografica e risorse
  • Un vantaggio accumulato: nel corso dei secoli: istituzioni politiche ed economiche funzionali
  • La gran bretagna fu prima perché fece per prima sfruttare questi vantaggi.

<<< Torna all’elenco dei riassunti di storia economica

 

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Economia Storia Storia economica

1 Comment

Add a Comment

  1. Perché la rivoluzione industriale inizio in gran Bretagna?

    Clima mite è ricco di acque possedeva il carbone che una risorsa strategica fece evolvere la propria cultura e il proprio sistema politico istituzionale per predisporre al meglio le condizioni per l’innovazione l’investimento

    dal punto di vista politico la macchia inglese diventa sempre meno assoluta dalla Magna Carta conteneva limitazioni al potere del re nei confronti degli ecclesiastici dei baroni e della gente comune il Parlamento assunse il controllo diretto della finanza pubblica istituì il debito pubblico distinto delle finanze del re fondò la Banca d’Inghilterra. La monarchia da questo momento in poi restò un simbolo dell’unità della nazione ma non governo più mentre la democrazia andò rafforzandosi.
    Dal punto di vista del diritto alla Gran Bretagna sviluppo la common law che presentava un alto grado di adattamento ai cambiamenti che avvenivano nella società infatti amministrava la giustizia sulla base delle mutate consuetudini rafforzò la protezione degli interessi di privati contro altri privati ma anche contro invadenza dello Stato e impose regole di rispetto nell’interesse generale Le enclosures cioè recinzioni per la privatizzazione delle terre e rotazione delle culture sono uno dei tanti esempi di questa progressiva privatizzazione delle risorse finalizzate a far aumentare la produttività del sistema.

    La Gran Bretagna poi fu entusiasta per le esplorazioni geografiche per il commercio internazionale per il miglioramento dei trasporti per mare che la portarono alla creazione delle compagnie commerciali al colonialismo l’accumulazione di capitale fu sostenuta dallo Stato che emanò una serie di atti di navigazione che prescrivevano che tutto il commercio inerente la Gran Bretagna fosse fatto con navi britanniche che si doveva evitare di utilizzare porti stranieri in questo modo ottenne il primato del commercio marittimo e favori la crescita di l’industria delle costruzioni navali.

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it