I padri fondatori della disciplina antropologica – appunti e riassunti

Antropologia culturale un approcio per problemi riassunto del libro_

<<< Torna all’indice dei riassunti di Antropologia culturale un approccio per problemi” di Robbins Richard H

I padri fondatori della disciplina antropologica -* appunti e riassunti inviati per email

L’ orientamento teorico dei padri fondatori dell’ antropologia prende il nome di evoluzionismo unilineare. Secondo questo filone, l’ evoluzione delle società sarebbe avvenuta per tappe di sviluppo uguali per tutte, dallo stadio primitivo a quello barbaro per giungere, infine, ai popoli civilizzati. Questa scuola ha esponenti sia in Inghilterra sia in America: tra i primi Edward Burned Tylor, Maine e James Frazer, tra I secondi Lewis Henry Morgan.

La visione dei padri fondatori restava in gran parte congetturale e spesso sfociava in grandi generalizzazioni. Inoltre, la teoria darwiniana dell’ evoluzione per selezione naturale mostrava che i principi con cui in natura era avvenuta l’ evoluzione delle specie viventi erano ben diversi da quelli postulati dai padri fondatori. Questi ultimi, infatti, vedevano la storia naturale come una sequenza deterministica di stadi di sviluppo e non come un processo complesso, imprevedibile e casuale.

Notevole importanza per lo sviluppo delle discipline antropologiche riveste la nozione di cultura di Tylor, il quale in Primitive Culture (1871) scrive: “Cultura o civiltà, intesa nel suo ampio senso etnografico, è quell’ insieme complesso che include la conoscenza, le credenze, l’ arte, la morale, il diritto, il costume e qualsiasi altra capacità o abitudine acquisita dall’ uomo in quanto membro di una società”.

Tylor è fautore di un uso esteso del metodo comparativo e trovò che in società che avevano raggiunto uno stadio di sviluppo più avanzato potevano permanere elementi culturali che erano sopravvivenze del suo passato, ossia tracce che avrebbero dovuto dimostrare una società avanzata era passata per condizioni di vita simili a quelle in cui si trovavano le popolazioni “selvagge” o “barbare”.

Tylor s’ interroga anche su quale potesse essere stata la prima forma di religione nella societè primitive e giunge alla conclusione che deve trattarsi dell’ animismo, elemento comune a tutte le religioni. All’ origine di ogni religione vi sarebbe infatti la credenza che esiste un principio immateriale, l’ anima, che in certe situazioni, si separa dal corpo. L’ idea di anima sarebbe nata per spiegare la morte e situazioni come quelle sperimentate nei sogni.

L’ approccio di Tylor alla spiegazione delle manifestazioni culturali è stato chiamato intellettualismo: Tylor tendeva a spiegare tutti gli elementi che contribuiscono alla formazione della cultura in termini di processi consci, razionali.

Sul versante americano dell’ evoluzionismo unilineare si colloca Lewis Henry Morgan, al quale si deve un’ indagine comparativa delle terminologie di parentela.

Una delle ultime espressioni dell’ evoluzionismo unilineare è quella di James Frazer che, nella sua opera Il ramo d’ oro, spiega come il pensiero umano si sia evoluto da una forma di pensiero magico ad un pensiero religioso, quindi ad una forma di pensiero scientifico. Secondo Frazer, i primitivi ritenevano di poter controllare l’ ordine delle cose attraverso il pensiero magico. Con i giusti riti certi uomini dotati di certi poteri potevano controllare queste forze. Ma ad un certo punto l’ individuo capisce che la realtà non è controllabile e decide di affidarsi a potenze superiori. Nasce così il pensiero religioso e gli individui pregano queste entità superiori perché interagiscano benevolmente nelle loro vite. Quando gli essere umani si rendono conto che le leggi della natura sono conoscibili e sperimentabili nasce il pensiero scientifico, che si distingue dalla magia, “sorella bastarda della scienza”, per l’ uso del metodo sperimentale.

Il limite principale degli evoluzionisti è stato sicuramente quello di considerare uno dei modi possibili di sviluppo come l’ unico modello possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*