“Padre Angelo Cuomo”, recensione libro di Gennaro Preziuso

_______

Rescensione "Ho Scelto! - Teorie e pratiche delle scelte universitarie a Perugia"

Nel corso della storia sono stati rilevati brevi esempi di sacerdoti significativi che hanno impiegato la propria vita nel convivium Dei , attraverso i quali ogni fedele ha tratto un comportamento, prototipo di vita da seguire. Un modello di santità vissuta ,nonostante ogni gioia, sorriso, tristezza che ha servito ”tutti con il sorriso sulle labbra” è stato Padre Angelo Cuomo sacerdote di origine sangiuseppese, il quale ha impiegato molti anni della sua vita a Lucera, comunità sita in provincia di Foggia attraversata da tre colli Belvedere, Monte Sacro, e Monte Albano, e devota alla Vergine Maria. Il dott. Gennaro Preziuso, insigne agiografo e rinomato giornalista, noto per aver curato biografie di santi della Capitanata come San Pio da Pietralcina, San Francesco Antonio Fasani, Il servo di Dio don Alesandro di Troja, Rosa Lamparelli, illustra nel suo testo: ”Padre Angelo Cuomo, Un dono incomparabile di Dio” la figura di un uomo che si è fatto servo di tutti ad imitazione di Cristo, dedicando molto tempo agli altri, e tralasciando il suo ego. Padre Angelo ha fatto ciò , poiché ha vissuto ogni attimo della propria esistenza terrena tra ”l’altare, il confessionale e la preghiera”, anche se l’età incalzava, non ha mai dimenticato di iniziare e concludere ogni giornata con un sorriso, ”la presenza di Cristo sulla Terra”. Significativo ed importante il suo impegno per i giovani, i quali sarebbero divenuti i futuri uomini del domani, che hanno vissuto il dramma della guerra nella cittadella dello Spirito, costretti a vivere nell’infima zona di Santa Caterina, e per costoro ha vituperato tutte le sue energie. Si è mostrato a loro come una figura, sulla quale poter far affidamento, e come segno di perenne affetto ideò l’”Opera Nuova”, una sorta di futuro testamento, considerato un centro sociale e culturale per giovani ed adulti, che costruì a Pian dei Puledri con l’ausilio di offerte della comunità lucerina. Non mancò inoltre la sua devozione a San Giuseppe e Maria, denominati ”genitori spirituali” che fece conoscere ad ogni fedele, ed invitava a venerarli anche nei momenti poveri della vita. L’opera di Preziuso è stata plasmata mediante la raccolta di fonti orali, raccolte dall’associazione Ex allievi, che hanno avuto la possibilità di conoscere questo insigne maestro, e dai suoi diari, che egli chiamava “quaderni” costituiti da carta riciclata, conservati nell’archivio della comunità murialdina. Non mancano frequenti riferimenti alle sue espressioni per designare l’immagine di Padre Angelo, che secondo l’autore:” la sua immagine vive ancora tra noi,e forgiò la mia anima come Maestro di vita”.

Recensione di Matteo M.

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Recensioni

Tag


Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it