Niccolò Machiavelli (vita e opere)

Niccolò Machiavelli nacque a Firenze nel 1469, da buona famiglia borghese che possedeva alcune proprietà terriere. Per quanto riguarda la sua formazione ricevette un’educazione umanistica basata sui classici, senza mai apprendere il greco. Nel giugno del 1498 ottenne la segreteria della seconda cancelleria del comune e un mese dopo divenne segretario di un’altra magistratura chiamata i “Dieci di libertà e pace”.

Con questi incarichi Machiavelli compì diverse missioni diplomatiche, tra cui quella in Francia nel 1500, sotto il regno di Luigi XII, e due anni dopo presso Cesare Borgia. Quasi un decennio più tardi si recò anche in Svizzera e in Germania, assieme all’amico Francesco Vettori, e compose il “Ritratto delle cose della Magna” (con “Magna” si intende la Germania).

Dopo due anni seguì l’opera “Ritratto delle cose della Francia“. Attorno al 1512, a causa della guerra fra la Lega Santa e la Francia (alla quale Firenze era alleata), Machiavelli venne licenziato da tutti i suoi incarichi. Nel periodo dell’esclusione politica scrisse il “Principe“(1513), i “Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio” e anche una commedia, la “Mandragola“(1518).

La speranza di un rientro in politica aumentò quando il cardinale Giulio de’ Medici, favorevole a Machiavelli, assunse il governo della città e gli affidò l’incarico di stendere una storia di Firenze. Nel 1521 vennero stampati i dialoghi dell’ “Arte della guerra” e in quell’anno, inviato a Carpì, conobbe Francesco Guicciardini. Appena il cardinale divenne papa, Machiavelli gli offrì le “Istorie fiorentine“, ancora manoscritte.

Nel 1527 i Medici vennero scacciati a causa dell’avvento della Repubblica e per Niccolò fu una grande delusione non riottenere l’antica segreteria. Ammalatosi improvvisamente morì il 21 giugno del 1527.

Se vuoi conoscere di più a proposito di Machiavelli ti consigliamo di leggere il nostro riassunto completo della vita e delle opere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*