Guido cavalcanti mappa concettuale (Selezione e approfindimenti)

guido-cavalcanti ritratto

Ecco le mappe concettuali disponibili online su Guido Cavalcanti già selezionate per essere stampate e studiate.

Tu voce sbigottita e deboletta, | Ch’esci piangendo de lo cor dolente, | Coll’anima e con questa ballatetta | Va ragionando de la strutta mente. – citazione Guido Cavalcanti

Mappa concettuale 1 – Guido Cavalcanti – link

Mappa concettuale Guido Cavalcanti (dolce stil novo)

 

Appunti disponibili online su Guido Cavalcanti: link

Biografia su Guido Cavalcanti

Ecco inoltre dei video-appunti su Guido Cavalcanti disponibili su youtube:

 

Guido Cavalcanti era nobilissimo.

Dante lo mise all’inferno poichè egli, che viveva esclusivamente per la nobiltà della sua casata, era estremamente razionale e si avviava a una sorta di ateismo: per Dante si trattava quindi di eresia.

Nel medioevo infatti non esistevano atei in quanto nemmeno concepibili nella stessa cultura medioevale; quelli che consideravano l’anima mortale insieme al corpo erano chiamati comunemente eretici.

Guido Cavalcanti, come Dante, era impegnato nella politica: potremmo definirlo oggi quasi un’estremista dei guelfi bianchi; quando dopo tanti travagli si giunse a un’accordo “riappacificatore” di Guelfi bianchi e neri vennero esclusi i più estremisti, tra cui lo stesso Cavalcanti.guido cavalcanti e dante

Guido Cavalcanti, che amava Giovanna, descrisse l’amore nei suoi versi come un giovane ferito da una spada: per lui l’amore è una forza che toglie energia.

Biografia

Approfondimenti

Canto 10 di Dante (inferno)

Io vidi li occhi dove Amor si mise
quando mi fece di sé pauroso,
che mi guardar com’ io fosse noioso:
allora dico che ‘l cor si divise;

e se non fosse che la donna rise,
i’ parlerei di tal guisa doglioso,
ch’Amor medesmo ne farei cruccioso,
che fe’ lo immaginar che mi conquise.

Dal ciel si mosse un spirito, in quel punto
che quella donna mi degnò guardare,
e vennesi a posar nel mio pensero:

elli mi conta sì d’Amor lo vero,
che ogni sua virtù veder mi pare
sì com’ io fosse nello suo cor giunto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*