Accettazione dei cookie



Mappa concettuale sull’arte greca: schemi riassuntivi




 

In quest’articolo sono racchiuse le mappe concettuali dell’arte greca, che rappresenta uno dei pilastri della cultura artistica occidentale e viene da sempre studiata in tutto il mondo come la principale rappresentazione della bellezza architettonica.

L’arte greca si caratterizza dalla ricerca della bellezza ideale, ricreando il mondo ideale del modello platonico, attraverso l’imitazione della natura.

La cultura sviluppata dagli antichi greci ha stabilito le basi della cultura occidentale.

Schema/Mappa concettuale completa sull’arte greca

  • In che periodo storico nasce l’arte greca? Nasce nel II millennio a.C. e termina intorno al 100 a.C.;
  • Dove si trova l’arte greca antica? Le opere dell’arte greca vennero create nelle zone che anticamente furono controllate da popolazioni di lingua greca, quindi non solo la Grecia di per sé (entro cui in questo contesto è da intendersi la penisola ellenica, le isole ioniche ed egee) ma anche l’insieme delle colonie greche, come quelle dell’Asia Minore, dell’Italia del sud, delle isole italiane, del Mar Nero; altri luoghi dell’arte greca sono quelli che hanno subito la conquista da parte di popolazioni greche col tempo, come nel caso dell’impero di Alessandro Magno, come l’Anatolia, l’Egitto, la Fenicia, l’Anatolia. In realtà anche zone molto remote rispetto alla Grecia, come nel caso del subcontinente indiano, possono raccogliere in sé elementi di arte greca, in questo caso chiamata “arte greco-buddhista“;
  • Qual’è la tematica principale dell’arte greca? Per quanto riguarda la scultura è probabilmente il mito, per un certo periodo è stata espressione dei valori della popolazione greca o assumerà una funzione monumentale per l’espressione del potere;
  • Qual’è il periodo temporale dell’arte greca? Generalmente l’arte greca viene divisa in: – 1) Migrazione dorica (1100 a.C.), – 2) Medioevo ellenico (XII – VIII secolo a.C.), – 3) Statuaria dedalica (VII secolo a.C.); Periodo classico (dopo il 499 a.C.)
  • Quali sono gli edifici più caratteristici dell’arte greca? Edifici chiave dell’arte greca sono quelli religiosi, come i templi, il prònao e l’opistodomo, il recinto sacro, il teatro greco;

  • Alcuni fra gli edifici più monumentali dell’arte greca furono il Partenone di Atene, il tempio periptero di Poseidone, il complesso monumentale dei templi di Delfi (fra cui il tempio di Atena), l’Heraion di Olimpia, il tempio di Artemide presso Corfù, il Tempio di Apollo Epicurio in Messenia;
  • Quali furono gli scultori più importanti dell’arte greca? Policleto, Fidia, Prassitele, Skopas, Lisippo;
  • La pittura greca si divide in: pittura policroma, nella fase di scoperta della prospettiva (Polignoto e Micone, Agatarco di Samo, Parrasio, Apollodoro, Zeusi, Aglaofonte, Polignoto), pittura del VI secolo, pittura ellenistica;
  • Le divisoni della ceramica greca: esiste un’ampia produzione di ceramica greca, suddivisa in stile protogeometrico, stile geometrico, stile orientalizzante, ceramica protocorinzia, ceramica protoattica, ceramica greco-orientale, ceramica cicladica, ceramica delle pendici occidentali, ceramica di Egnazia. Un’altra divisione è quella fra ceramica a figure nere attiche e figure rosse.
  • L’arte greca è considerata un campo di studio separato dall’arte minoica e dall’arte micenea;

Approfondimenti consigliati:

Vota questo articolo
[Voti: 2   Media: 3/5]

More Like This


Categorie


Arte

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.





Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it