Mappa concettuale su Esopo e schemi riassuntivi didattici

_______

Qui sotto troverete un riassunto veloce sulla vita e le opere di Esopo assieme a un elenco di materiale didattico utile riguardante Esopo con mappe concettuali, ppt e audiolibro.

Vita e opere di Esopo

Di Esopo uomo sappiamo poco e quel poco è incerto, contraddittorio, dovuto per lo più ad una biografìa romanzata che fu redatta nel 1° secolo d.C., cioè almeno sei secoli dopo la sua vita.

Oriundo, forse, della Frigia (in Frigia c’era un fiume che ne ricalcava il nome), più probabilmente della Tracia, visse come schiavo a Samo, compagno di schiavitù, secondo Erodoto (II, 137), della famosa Rodopi, la bella etera che fece parlare»! di sé la Grecia e l’Egitto.

Qualche tocco somatico, per pura curiosità: sarebbe stato piccolo r di statura, gobbo, deforme, insomma brutto. E sarebbe morto a Delfi, di morte violenta, per aver sottratto al tesoro di Apollo una coppa d’oro. Esopo legò il suo nome alla favola e gli antichi lo etichettarono come «inventore» di tal genere di racconto popolare, anche se in realtà egli non inventò nulla, perché la favola nacque con gli uomini.

Più che inventore, dunque, diciamo che Esopo rivestì il logòs (o muthòs, che dir si voglia) di dignità letteraria. Le sue favole costituirono il primi libro di lettura dei ragazzi greci, a scuola, un testo che diventò noto anche a Roma (grazie a Fedro) e fino ai nostri giorni. Le favole esopiche ci sono giunte in una silloge di circa 400, sulla cui assoluta autenticità non possiamo giurare, vista la redazione che ne fu fatta da Demetrio Falereo nel 300 a.C. e i rimaneggiamenti e le aggiunte di epoca bizantina, ivi comprese le conclusioni morali che mettono in risalto un insegnamento, già efficace e trasparente nel racconto, tra le righe dell’apologo; I protagonisti delle favole sono, per lo più, gli animali, alla cui generosità fu chiesto da sempre di «fare gli uomini», e ai quali poeti e prosatori attribuirono difetti e pregi più propriamente umani. Accanto agli animali le piante e, talora, anche gli uomini e gli dei. Ma soprattutto gli animali incarnano simbolicamente astuzia, vanità, ambizione, egoismo, scaltrezza, prepotenza.

Frequente la contrapposizione dei forti con i deboli, dei furbi con i citrulli, il tutto condensato in una esperienza di vita, che appare, a pensarci bene, valida ancora oggi.

La lingua con la quale ci è stato tramandato Esopo è quella della koinè, che non è certo lingua della redazione originaria. La prosa è, in genere, trasparente; c’è da credere che i ragazzi greci la leggessero con interesse e attenzione.

 

Vediamo ora le mappe concettuali su Esopo:

Mappa concettuale su Esopo 1

 

Audiolibro favole di Esopo da ascoltare online:

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura greca

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it