Manifesto generale del romanticismo – concetti chiave e mappa concettuale

_______

Manifesto generale del romanticismo

Concetti chiave (mappa concettuale romanticismo):

 

–          Sentimento ed emozione

–          Capacità della mente di scoprire attraverso l’associazione forzata piuttosto che col pensiero.

–          Gli scrittori si chiudono in sé stessi e cercano di spiegare e valutare il loro rapporto vitale tra loro e il mondo.

–          Un nuovo dettagliato interesse per la natura, non necessariamente fine a se stessa, ma come modo per capirsi.

 

Immaginazione:

–   Rappresenta il potere della mente di creare un significato armonico al di fuori del caos delle impressioni, delle idee, dei sentimenti e delle memorie che lo abitano in un determinato momento.

Si tratta della capacità di intervenire e creare: è la sua visita che dà gioia, e il suo declino e la sua perdita sono causa di lamento.

– L’equilibrio o la conciliazione delle qualità opposte o discordanti: uguaglianza con differenza, generale col particolare, l’idea con la sua rappresentazione reale; il senso di novità e di freschezza con i vecchi obbiettivi familiari.

–  Il risveglio dell’uomo nella  realtà che giace nascosta, scuotendolo dalla routine morente dei costumi verso la conoscenza delle distanze incommensurabili  per vedere che la semplice ragione non è abbastanza  e che quello di cui ha bisogno è una intuizione inspirata.

–  La poesia è l’espressione della fantasia poiché in questa diverse cose sono unite in armonia invece di essere separate attraverso l’analisi

–  Attraverso l’immaginazione i romantici desiderano trovare un ordine trascendentale che spieghi il mondo apparente e conti non semplicemente l’esistenza delle cose visibili ma l’effetto che queste cose hanno su di noi e l’improvvisa e impraticabile emozione del cuore in presenza della sua bellezza: la forza che muove l’universo.

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura

1 Comment

Add a Comment

  1. Il periodo storico-culturale che va dal 1815 (Congresso di Vienna) al 1861 (nascita del Regno
    d’Italia) viene chiamato Romanticismo. Con il Congresso di Vienna c’è l’intento di far ritornare l’aristocrazia e i vari signori al potere, ma questo non è più possibile perché tutta l’Europa ha
    conosciuto gli ideali dell’illuminismo. Il periodo del romanticismo varia da nazione a nazione. Nel caso della Germania termina soltanto nel 71 (unificazione nazionale), negli altri paesi europei con i motti del ’48. L’intellettuale è la guida ideologica della ribellione.

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it