Lo stato stazionario dell'economia (equilibrio di lungo periodo) - Infonotizia.it


Lo stato stazionario dell’economia (equilibrio di lungo periodo)



Lo stato stazionario dell’economia prevede dunque che il capitale per addetto non possa crescere all’infinito. Il tasso di crescita del capitale deve essere quindi uguale a zero ossia il rispario per addetto è appena sufficiente a coprireil deprezzamento di capitale per addetto. Conseguenza: il tasso di risparmio (s) non avrà alcun effetto sul tasso di crescita del prodotto per addetto stazionario (che è pari a zero), mentre determinerà il livello di prodotto per addetto nel lungo periodo. Quindi dunque se si aumenta il tasso di risparmio vi sarà solo momentaneamente un periodo di crescita destinato a finire quando l’economia avrà raggiunto il suo nuovo stato stazionario. (Questo ovviamente se l’s di partenza era minore dell’s di regola aurea, in caso contrario aumentare s farebbe addirittura ridurre i consumi). Poichè il capitale è l’unico fattore produttivo che stiamo considerando e il suo tasso di crescita stazionario è pari a 0, anche il tasso di crescita stazionario del prodotto per addetto sarà nullo.

More Like This


Categorie


Macroeconomia Università

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.Required fields are marked *

Puoi usare i seguenti HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.



Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it