Leggende indiane: la storia di Iyash e del serpente – letteratura Cree

_______
Campo Cree - Settembre 1871.
Campo Cree – Settembre 1871.

Quando suo padre lo lasciò sull’isola, Iyash pianse finchè non si addormentò. Sprofondò in un lungo sonno. Fu durante questo sonno che le cose gli vennero rivelate. Iyash ebbe una visione in cui il Creatore gli fece vedere gli eventi del passato, del presente, e del futuro.

Mentre Iyash giaceva sul terreno, lentamente iniziò a svegliarsi e sentì qualcuno chiamare.

“Nipote, nipote”.

Iyash si agitò e si guardò attorno accuratamente. Non vide nessuno. Era da solo sull’isola. Quando provò a raccogliere i pensieri sentì nuovamente qualcuno chiamare, ma non riuscì a capire da dove la voce provenisse.

Si sedette per terra e sentì qualcuno chiamare nuovamente,

“Nipote”.

La terza volta che si guardò attorno alla ricerca di qualcuno, vide, proprio accanto a sé lungo la riva dell’isola, una creatura con grandi corna nuotare intorno nell’acqua. Era un gigantesco serpente, era il serpente che chiamava Iyash, Iyash fissò il serpente e il serpente disse,

“Vieni, ti porterò a terra”.

Lentamente, Iyash si alzò e camminò verso il serpente.

“Dove posso salire?” chiese al serpente.

“Proprio qui”, disse il serpernte indicando le sue corna, “seduto proprio qui”.

Iyash si arrampicò e si sedette comodamente sulle corna del serpente. Il serpente iniziò a nuotare lungo la riva del lago con Iyash seduto sopra la sua testa. Il lago era calmo e c’era un bel cielo azzurro, privo di nuvole.

Il serpente disse a Iyash, “Se vuoi andare più veloce semplicemente colpisci le mie corna”.

Iyash fece un bellissimo giro. Era liscio e veloce non come gli altri. Il serpente fece ribollire le onde e fece bolle gialle d’acqua mentre scivolavano lungo le acque calme del lago.

Lasciammo il corso del ruscello. Di tanto in tanto Iyash colpiva le corna del serpente per andare più veloce e per raggiungere la riva più in fretto. Viaggiarono molto a lungo. Qualche volta non riuscivano a vedere la riva o il terreno, solo l’acqua. Mentre stavano viaggiando il serpente parlò a Iyash.

Il serpente chiedeva a Iyash se vedesse qualche nuvola scura arrivare. Iyash non disse niente ma colpì le corna nuovamente e andarono ancora più veloci. Presto videro un angolo di terra più avanti. Questa era la loro destinazione. Ma, allo stesso tempo, incombevano nuvole scure. E il tuono degli uccelli del tuono si sentiva avvicinare. Le nuvole scure iniziarono a lampeggiare lucenti.

“Cos’è questo suono?” chiese il serpente mentre sentiva il suono degli uccelli del tuono.

“È il suono della tua pelle che colpisce l’acqua come andiamo”, rispose Iyash, “non ci sono nuvole scure vicine”. Iyash stava, ovviamente, mentendo.

Stavano avvicinandosi alla terra e Iyash non voleva che il serpente sapesse dell’arrivo degli uccelli del tuono. Comunque, più si avvicinavano alla terra più vicini si avvicinavano agli uccelli del tuono.

Erano già in acque poco profonde quando il serpente finalmente realizzò che le nuvole scure stavano sopra di loro e che erano gli uccelli del tuono a fare tutto quel rumore. Il serpente ha molta paura degli uccelli del tuono.

Il creatore fece gli uccelli del tuono buoni, fieri, magnifici e capaci di andare più veloci di un serpente che invece è sinistro, perlopiù cattivo, e una creatura di cui aver paure. Così gli uccelli del tuono sono l’opposto. Questo è il motivo per cui il serpente chiedeva a Iyash se ci fossero nuvole scure in vista, per andare a nascondersi e impedire agli uccelli del tuono di sconfiggerlo.

Non appena il serpente si rese conto che un uccello del tuono era sopra di lui, girò la testa e lanciò rapidamente Iyash verso la riva prima di immergersi in acqua. Ma era troppo tardi. L’acqua era troppo bassa per offrire riparo al serpente. Il thunderbird gettò il fuoco di fulmini e saette che immediatamente ucciso il serpente. Si dice sul seprente che nonostante venga a volte considerato come male può talvolta essere utile per nutrire la vita. La forza del male è capace di fare qualcosa di positivo, se sceglie di farlo. Nel caso di Iyash, il creatore inviò il serpente, la creatura più improbabile a cui chiedere aiuto, per aiutare Iyash a uscire da quella situazione.

Il Creatore rivelò a Iyash attraverso un sogno le cose di cui aveva bisogno di conoscere e il creatore inviò il serpente per portare Iyash sulla strada del suo viaggio. Questo perché il Creatore aveva un piano per Iyash e lo benedì per fargli compiere determinate missioni durante la sua vita. Il Creatore aveva anche fatto in modo che gli uccelli del tuono andassero a uccidere il serpente in modo che non danneggiasse Iyash.

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura

Tag


1 Comment

Add a Comment

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it