L'economia dell'Italia nel 1800 – riassunto rivoluzione industriale italiana

Italia 1800 economia industriale riassunto rivoluzione

Riassunti di storia economica – elenco dei capitoli riassunti

Molte delle innovazioni istituzionali che percorsero la rivoluzione industriale tra la fine del medioevo e rinascimento furono introdotte in Italia.

  1. L’italia ospitava attività manifatturiere avanzate ed era molto prospera.
  2. La frammentazione politica, l’insistenza su manifatture di lusso ad alto prezzo, lo spostamento dell’asse dei traffici dal mediterraneo all’Atlantico produssero il declino dell’Italia nel 1600 e l’arretratezza nel 1700.
  3. Col Congresso di Vienna l’Italia venne riorganizzata in 7 stati, 2 dei quali molto piccoli e 1 (lombardo Veneto) sotto diretta dominazione austriaca. Tra questi stati solo il regno di Sardegnafu dinamico istituzionalmente ed economicamente con la costruzione di ferrovie, manifatture e banche.
  4. Cavour e Garibaldi portarono all’unificazione politica del paese, in presenza di  differenze di tradizioni culturali, infrastrutture economiche, diffusione dell’istruzione, produttività dell’agricoltura.
  5. I nuovi governi modernizzarono il paese dal punto di vista istituzionale con una legislazione commerciale liberista, varanodo la legge Casati (per l’istruzione) e legando la moneta italiana al gold standard. Ma non si riuscì a fare un’unica banca centrale.
  6. Il paese tuttavia stentava a decollare; le attività tradizionali continuavano; non si vedeva l’introduzione di nuovi settori industriali; l’Italia era priva di carbone aveva poco ferro; debito pubblico elevato; le banche c’erano, ma poche erano quelle costituite in società per azioni che avessero come obiettivo il finanziamento industriale.
  7. Una vasta speculazione edilizia precipitò il sistema bancario in una crisi
  8. Dopo il 1895 iniziò la fase di decollo industriale fino alla prima guerra mondiale (in particolare il settore elettrico, meccanico Fiat, gomma Pirelli)
  9. Ma al terine di questo periodo l’Italia appariva ancora piuttosto arretrata e per Gerschenkron fu perché le politiche economiche dei governi italiani (protezionismo, ferrovie) impedirono di sfruttare i vantaggi dell’arretratezza e né lo stato né le banche fornirono i fattori sostitutivi.
  10. Inoltre in italia c’erano profondi squilibri regionali, solo 3 erano le regioni dove il decollo industriale era pienamente avvenuto: Piemonte, Liguria, Lombardia (triangolo industriale), altre regioni si erano messe in moviemento seppur lento, mentre il sud era rimansto completamente immobile

Riassunti di storia economica – elenco dei capitoli riassunti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*