“Le quattro casalinghe di Tokyo” (Kirino Natsuo) – opinione e prezzo del libro

_______________

____________________
 
 
 
 
 

  • Titolo del libro: アウト – Le quattro casalinghe di Tokyo
  • Anno di pubblicazione: 1997
  • Autore: 桐野夏生 (きりのなつお) – Kirino Natsuo

Il libro “Le quattro casalinghe di Tokyo” (Chiamato nella versione inglese “Out”) è un romanzo giallo del 1997 scritto dall’autore giapponese Natsuo Kirino e pubblicato in inglese nel 2004. Il romanzo ha vinto il 51 ° Mystery Writers of Japan Award come miglior romanzo ed è il primo romanzo di Natsuo Kirino ad essere pubblicato in lingua inglese.

Un adattamento cinematografico giapponese di “”アウト – Le quattro casalinghe di Tokyo”, diretto da Hirayama Hideyuki, è stato pubblicato nel 2002; New Line Cinema ha acquistato i diritti per una versione americana, che sarà diretta da Nakata Hideo.

Trama del libro “アウト – Le quattro casalinghe di Tokyo”

Quattro donne lavorano insieme in uno stabilimento di pasti pronti alla periferia di Tokyo. Diverse per carattere, mentalità, esperienza, situazione familiare, sono però accomunate dalla frustrazione per una vita che sentono arrivata ad un punto di stallo e per un tipo di lavoro (operaie part-time del turno di notte) che nella scala del prestigio sociale occupa i gradini più bassi. Una sera la più giovane e indifesa del gruppo, spinta dalla disperazione e dalla rabbia, strangola il marito e subito dopo, non sapendo che fare, telefona a Masako Katori, quarantenne intelligente e determinata che è finita nella fabbrica dopo una esperienza di mobbing in un istituto bancario e l’inaridimento del suo matrimonio. Masako per un impulso irrazionale e liberatorio decide di aiutarla e, con una combinazione di casi fortuiti e bisogno di denaro, anche le altre vengono coinvolte nell’impresa di occultare il cadavere. Inizia così una concatenazione di eventi drammatici.

Opinione su “アウト – Le quattro casalinghe di Tokyo”

Le quattro casalinghe di Tokyo di Kirino Natsuo (pseudonimo di Hashioka Mariko) è un libro che dipinge gli aspetti più cupi della vita in Giappone (vita dura, turni di notte, i rapporti sociali, l’emarginazione sociale degli stranieri etc) e inoltre riesce a evocare in modo vivissimo la sensazione opprimente e soffocante dell’estate giapponese. Brava anche nel rendere il lettore complice dell’assassino … o almeno io per tutto il libro ho sperato che non venisse catturato … Ancora una volta, nell’originale si hanno tante informazioni in più, si capisce meglio il rapporto fra le protagoniste sulla base del keigo che usano fra di loro, si distingue l’anziana dalla giovane, il livello di intimità, e tanto altro.
Nel libro è interessante la ricostruzione psicologica del post-delitto, anche se la Kirino indugia un po’ sui particolari splatter. Trattando degli aspetti più duri della vita in Giappone, la parola che ricorre di più è “cupo”, e in effetti le atmosfere sono claustrofobiche.
Conosciamo sin dall’inizio l’assassina ma per tutta la narrazione restiamo col fiato sospeso: ‘verrà scoperta con le sue amiche o no?’. Anche la stessa assassina è limitata ad un ruolo che non primeggia, in realtà la vera protagonista è Masako.
Del libro è notevole anche lo studio introspettivo dei vari personaggi, un modo intenso di descrivere quello che piano piano accade dentro di loro con il passare degli eventi.

   

_______

More Like This


Categorie


letteratura giapponese

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 




 

Categorie


Cerchi un insegnante di ripetizioni vicino a casa?
Trovalo subito usando questo sito!

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it