Le fonti del diritto commerciale – appunti diritto commerciale

Diritto-commerciale-appunti

Prova i nostri test di diritto commerciale online, esercitati GRATIS >>>

Le fonti del diritto commerciale sono:

1) Il codice civile, ossia la raccolta organica di norme che regolano i rapporti tra privati. Esso reca in larga parte la disciplina dell’imprenditore, dell’impresa e delle società, che si rileva soprattutto nel titolo V del Codice Civile. In Italia non sempre c’è stato un solo codice atto a regolare i rapporti tra privati, nell’800 esistevano un Codice Civile (del 1865) e, in successione, due codici di Commercio (uno del 1865 e uno del 1882). La specialità del diritto commerciale trova quindi fondamento nella storica esistenza di due corpora normativi distinti, uno che regolava i rapporti tra privati, e uno che regolava i rapporti tra operatori economici.
Nel 1942, il legislatore unifica i codici e l’esito del processo di codificazione unitaria rende evidente la “commercializzazione” del diritto civile. Il contenuto del vecchio codice di commercio viene trafuso nel codice civile nel titolo V, inoltre nel titolo IV (obbligazioni), accanto agli istituti del diritto civile, si trovano anche forme contrattuali tipiche delle imprese. Il Codice Civile risente quindi fortemente dell’impronta del diritto commerciale. Inoltre, al di là degli strumenti e degli istituti del diritto commerciale, si trovano, nel Codice Civile unificato, anche dei principi titpici del diritto commerciale.
Ad esempio il principio del “Possesso vale titolo”(Art. 1153 Cod.Civ) è la regola in forza della quale chi acquista un bene mobile da chi non ne è proprietario, ne diventa proprietario per effetto del possesso in buona fede, acquistato sulla base di un titolo giuridico (contratto) idoneo al trasferimento della proprietà. Il legittimo proprietario può rivalersi solo su chi ha alienato la proprietà.

Questo è un principio estraneo al diritto civile antecedente all’unificazione dei codici (dove era previsto che si acquisisse la titolarità del diritto di proprietà solo se l’alienante era a titolare di quel diritto),è un principio di diritto commercialen (nato dalla prassi dei mercanti), senza il quale i commerci srebbero stati lenti, incerti e inefficenti) che ha scardinato il principio di diritto comune.

2) Legislazione speciale: nel corso degli anni si è assistito alla proliferazione di leggi speciali (c.d. decodificazione del diritto commerciale) al seguito della quale le fonti del diritto commerciale non sono più riconducibili al solo codice civile.

Tali norme riguardano la disciplina di particolari settori del diritto commerciale (ad es. la disciplina dell’iattività delle banche, degli intermediari finanziari, delle imprese di assicurazione, etc) oppure particolari tipologie contrattuali (es. factoring).

3) Regolamentazione secondaria: la regolamentazione dettata dalle autorità di vigilanza (di rango inferiorie rispetto alle altre fonti di diritto commerciale).

4) Le fonti sovranazionali – l’appartenenza all’Unione Europea ha impegnato il legislatore italiano in un adeguamento di buona parte dell’ordinamento nazionale, in particolare nell’ambito del diritto commerciale, ai regolamenti comunitari (immediatamente operanti, hanno immediata percettività nell’ordinamento nazionale) e alle direttive comunitarie (che devono essere recepitw dal legislatore nazionale), emanati dall’UE, soprattutto in tema di diritto societario.

Inoltre, soprattutto il tema di commercio internazionale, ma anche in altri ambiti (es. operatività bancaria internazionale, trasporti internazionali, etc), a partire dal 1800 gli Stati Uniti hanno stipulato delle COnvenzioni che hanno impegnato i legislatori nazionali a riconoscere e a disciplinare in modo uniforme alcuni istituti giuridici. È in forza di queste convenzioni che, ad esempio, la tutela del marchio è uniforme in tutti gli Stati, p che è possibile l’operatività bancaria internazionale..

Prova i nostri test di diritto commerciale online, esercitati GRATIS >>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*