L’aeroporto partigiano delle valli di Bormida e Belbo

_______________
____________________
____________________
 
 
 
 
 

Nella tarda estate del 1944, con le medie valli Bormida e Belbo controllate dai partigiani della seconda divisione autonoma “Langhe” comandata da Piero Balbo Poli, venne decisa la costruzione di un piccolo aeroporto in riva alla Bormida per il trasporto dei feriti e l’atterraggio delle missioni alleate. L’aeroporto, denominato “Excelsior”, venne progettato dal geometra Pasquale Balaclava, con la supervisione di Giorgio Caffa, e fu costruito in soli unidici giorni da partigiani e contadini locali, con l’aiuto di numerosi prigionieri fascisti.

Per la realizzazione della pista, lunga 1100 metri, venne anche smantellata e ricostruita una cascina. Il primo aereo atterrò il 17 novembre 1944, ma il 20 novembre l’aeroporto venne occupato dai nazifascisti che fecero arare la pista per impedirne l’utilizzo. Dopo lo sbandamento delle formazioni partigiane nell’inverno, il 23 marco 1945 iniziarono i lavori per risistemare la pista.

L’aeroporto fu riattivato nei primi giorni di aprile e funzionò fino alla liberazione.

   
_______

More Like This


Categorie


Storia

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Le pubblicazioni più recenti su Infonotizia.it:


Categorie


Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it