La vita di Jacques Prevert – ampio riassunto biografia

Jacques_Prevert vita biografia
Una foto di Jacques Prévert

Jacques Prévert fu il secondo figlio di André Prévert e di sua madre Suzanne; nacque intorno alla mezzanotte del 4 Febbraio 1900 presso il 19 della rue de Chartres a Neuilly-sur-Seine (oggi chiamata Hauts-de-Seine) il 4 febbraio 1900 dove trascorse la sua vita d’infanzia. Jacques ha un fratello maggiore, Jean Prévert, nato nel 1898, morto successivamente nel 1915 per tifo. Suo padre, André Prévert, fa diversi mestieri per vivere, ed è critico drammatico e cinematografico per passione. Il padre André lo porta spesso a teatro e al cinema. Suzanne, sua madre, lo indirizza alla lettura. Jacques si annoia a scuola, dopo i 15 anni abbandona gli studi. Si dedica a diversi piccoli lavori, tra cui alcuni presso i grandi magazzini Le Bon Marché. Viene mobilitato il 15 Marzo 1920 per il servizio militare, che ha luogo prima a Saint-Nicolas-de-Port, dove incontra Yves Tanguy, facendosi poi assegnare nel 1921 a Istanbul, pacificamente occupata dalle truppe alleate, dove incontra Marcel Duhamel.

Nel 1922 Jacques torna a vivere a Parigi e si mantiene con lavori saltuari. Viene ospitato dal 1924-1928 da Marcel Duhamel che gestisce, a 54 rue du Château nei pressi di Montparnasse, il Grosvenor Hotel (che apparteneva allo zio) e questo diventa il luogo di incontro dei movimenti surrealisti. Questo luogo è in realtà una sorta di proprietà “collettiva” che accoglie tutti gli amici squattrinati di Duhamel: Raymond Queneau, Yves Tanguy. È proprio in questo luogo che Prévert conia il termine “cadavre exquis” (squisito cadavere) per definire il gioco letterario in cui lui e i suoi amici sono coinvolti. Il 30 Aprile 1925 sposa Simone Dienne, sua amica d’infanzia, divenuta violoncellista presso un teatro di strada di rue Cluny per accompagnare i film. Tuttavia Jacques Prévert ha uno spirito troppo indipendente far parte di un gruppo consistente di sorta; mal sopportando le esigenze di André Breton arriva alla rottura del 1930. Nel 1932 scrisse i testi per il “Groupe Octobre”. Nell’aprile del 1933 scrisse Citroën, che verrà letto, poche ore dopo la sua creazione, dal Groupe Octobre alla folla di scioperanti della Citroën. Prévert venne invitato con la sua compagnia alle Olimpiadi del teatro a Mosca dove vinse il primo premio con la battaglia di Fontenoy.

Durante la sua vita, Jacques Prévert testimoniò un impegno politico sincero, sicuramente surreale inclassificabile, ma che alcuni osservatori non esitano a far somigliare alla corrente libertaria.

Questo impegno di Jacques sarà la fonte dei suoi più grandi successi e dei suoi più grandi guai nel corso della sua vita. Il Groupe Octobre, col quale si legò, era una compagnia teatrale itinerante che avrebbe inscenato i suoi spettacoli nelle fabbriche. Jean Renoir lavorava con lui, in modo particolare su Le Crime de Monsieur Lange e Lumière d’été.

Durante la seconda guerra mondiale Prévert, protegge il musicista e amico ebreo, Joseph Kosma che grazie a lui può proseguire il suo lavoro musicale e aiuta anche a nascondere il decoratore Alexandre Trauner, ricercato dai tedeschi.

Le sue poesie sono state musicate da Joseph Kosma nel 1935; suoi interpreti sono anche Agnes Capri, Juliette Greco, Jacques Brothers, Yves Montand.

Jacques Prévert scrive opere teatrali. Il suo anticlericalismo, a volte violento, viene spesso trascurato dal pubblico, a beneficio dei suoi riferimenti ai bambini e alla natura.

Divorzia con Simone Dienne nel 1935, iniziando una storia d’amore con l’attrice Jacqueline Laurent nel 1936, quindi con Janine Tricotet, allieva di Georges Pomiès, con la quale avrà anche una figlia, Michèle, nata nel 1946.

Nel 1948 affida a Henri Crolla la composizione della musica delle sue canzoni, tra cui La Chanson des cireurs de souliers de Broadway, destinata inizialente a Montand. Cessa la collaborazione con Kosma.

Il 12 ottobre 1948, a Parigi, Jacques cade da una finestra e rimane alcuni giorni in coma. Fortuna volle che Pierre Bergé, arrivato lo stesso giorno per la prima volta nella capitale, vedette il fatto mentre camminava sugli Champs Elysees. Dopo questo incidente che poteva costargli la vita e che lo lasciò comunque con dei danni a livello cerebrale Jacques Prévert scrisse meno per il cinema e si dedicò particolarmente ai cartoni animati e ai film per bambini.

Jacques Prévert ha vissuto a lungo in alberghi prima di stabilirsi nel 1955 in un appartamento nel quartiere di Grandes-Carrières in fondo a un piccolo vicolo cieco dietro il Moulin Rouge.

L’ 11 aprile 1977 un cancro ai polmoni mise fine alla vita di Jacques Prévert; pare fumasse tre pacchetti di sigarette al giorno. Aveva 77 anni.

Insieme con la moglie, la figlia e il suo amico Alexandre Trauner, Jacques Prévert è sepolto nel cimitero di Omonville-la-Petite. Non lontano, a Saint-Germain-des-Vaux, i suoi amici hanno costruito un giardino dedicato al poeta.

<<< Torna all’elenco delle poesie tradotte in italiano di Prevert

Vita di Jacques Prévert riassunto

Quali sono le poesie più famose e più tradotte in italiano di Jacques Prévert?

1) Il Grand’uomo (Le grand homme) >>>

2) Questo amore (Cet amour) >>>

3) Il giardino (Le jardin) >>>

4) Alicante (Alicante) >>>

5) Feu d’artifice >>

6) Déjeuner du matin >>>

7) Barbara >>>

8) I ragazzi che si amano (Les enfants qui s’aiment) >>>

9) Parigi di notte (Paris at night) >>

10) A cosa pensavi? (A quoi revais-tu?) >>

11) Familiare (Familiale) >>>

12) Per te amore mio (Pour toi mon amour) >>

13) Eva adorava il sole (Eva adorait le soleil) >>

14) Il tempo perduto (Le temps perdu) >>

15) Tante foreste (Tant de forêts) >>

16) Sangue e piume (Sang et plumes) >>

17) Il tempo che passa (Le temps qui passe) >>

18) Un bue grigio della Cina (Un bœuf gris de la Chine) >>

19) Sabbie mobili (Sables mouvants) >>>

20) Le foglie morte (Les Feuilles Morts) >>>

21) Autunno (Automne) >>>

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*