Accettazione dei cookie



La teoria di Arrhenius sugli acidi e le basi (riassunto di chimica)



Svante Arrhenius around 1910 (Immagine da Wikipedia)

Un chimico svedese di nome Arrhenius (qui la biografia) nel 1887 riuscì per primo a dare una definizione di acido e base.

Arrhenius cercò di comprendere come mai le soluzioni acquose di acidi e basi fossero capaci di condurre energia elettrica a differenza dell’ acqua pura affermando che in soluzione acquosa gli acidi e le basi fossero in grado di generare particelle cariche chiamate ioni.

In base a questo affermò che:

– Sono acidi quelle sostanze che in soluzione acquosa si dissociano liberando ioni idrogeno H+

HA –> H+  +  A

– Sono basi quelle sostanze che in soluzione acquosa si dissociano liberando ioni ossidrili OH

BOH B+ + OH

La teoria di Arrhenius, nonostante la sua correttezza non teneva conto del comportamento di composti come SO2 e CO2 che, pur non contenendo atomi di idrogeno nelle soluzioni acquose presentano le stesse caratteristiche degli acidi e di composti come NH3 e CaO che pur non contenendo ossidrili presentano le stesse caratteristiche delle basi in soluzione acquosa.

Così, più in generale si può dire che:

– Un acido è una sostanza che in soluzione acquosa dà luogo in qualche modo alla formazione di ioni H+

mentre:

– Una base è una sostanza che in soluzione acquosa dà luogo in qualche modo alla formazione di OH


Approfondimenti consigliati:

Vota questo articolo
[Voti: 0   Media: 0/5]

More Like This


Categorie


Fisica Medicina e scienza

Categorie





Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.


Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it