La storia di Adriano Visconti: l’aviatore di Tripoli

_______________
____________________
____________________
 
 
 
 
 
Una foto di Adriano Visconti, detto “l’aviatore di Tripoli”

Adriano Visconti nasce a Tripoli l’11.11.1915, si arruola nella regia aeronautica nel 1936 e consegue il brevetto di pilota militare presso la scuola d’aviazione di Cesena. Nel 1939 è assegnato al secondo gruppo aviazione coloniale di stanza a Adem (Bengasi), per poi passare alla 159esima squadriglia del cinquantesimo stormo d’assalto.

Allo scoppio della guerra, nel giugno del 1940 viene trasferito così tutto il reparto presso l’aeroporto di Tobruch (Libia) ove combatte con velivoli Breda Ba.65 quarto stormo caccia, su velivoli Macchi Me.200 e Me.202 operante nei cieli di Malta e del Nord Africa. Promosso al grado di capitano, diviene comandante della trecentodecima squadriglia autonoma ricognizione aerofotografica di Guidonia, dotata di una speciale versione di Macchi Me.205.

Dopo l’8 settembre 1943 Visconti aderisce alla repubblica sociale italiana (RSI) e partecipa attivamente alla costituzione dell’ANR (Aeronautica Nazionale Repubblicana) al comando della prima squadriglia e, nel Maggio 1945, del primo gruppo caccia “Asso di Bastoni” su Macchi Mc 202, Mc 205 e Messerschmitt Mc 109G-10. Durante la sua attività di volo viene ferito diverse volte, ma mai seriamente.

Aereo Macchi M.C 202 durante la seconda guerra mondiale

Il 29/04/1945 Visconti firma la resa del suo reparto. Tale accordo contempla la libertà a sottoufficiali e avieri e l’impegno di tutti gli ufficiali a consegnarsi come prigionieri di guerra in cambio della loro incolumità. Condotto nella caserma “Savoia Cavalleria” occupata dalle brigate partigiane di Redi e Rocco, Visconti e il suo Aiutante Valerio Stefanini vengono trasferiti in una stanza a parte per un interrogatorio, ma non vi giungono: una raffica di mitra, sparata da partigiani comunisti alle loro spalle, ferma la vita dei due commilitoni. Inutilmente il S.Ten.Stefanini cerca di proteggere il suo comandante che, caduto in ginocchio, viene finito con alcuni colpi di pistola a bruciapelo.

Abbattimenti di Adriano Visconti:

  • 16/06/1942 Bristol Blenhein con C.202
  • 13/08/1942 Spifire V con C.202
  • 13/08/1942 Spifire V con C.202
  • 08/04/1943 P.40 con C.202
  • 29/04/1943 Spifire V con C.202
  • 06/05/1943 Spitifire V con C.202
  • 01.03.1944 P.38 Con C.205
  • 11.3.1944 P. 47 con C.205
  • 05/30/1944 P.38 con C.205
  • 04/25/1944 P.38 con C.205

Libri su Adriano Visconti:

   
_______

More Like This


Categorie


Storia

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Le pubblicazioni più recenti su Infonotizia.it:


Categorie


Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it