La regola di Fisher – spiegazione breve



Nel medio periodo la crescita della moneta non influenza il tasso di interesse reale ma si riflette sull’inflazione e sul tasso di interesse nominale i nella stessa misura di quanto è cresciuta. Pensa all’Italia degli anni 80 che aveva inflazione nominale pari al 15% e titoli di stato che rendevano quasi altrettanto, mentre ogni anno si stampava un botto di moneta per svalutazioni competitive per l’esportazione dei prodotti). Questo aggiustamento del tasso di interesse nominale che riflette il tasso di inflazione richiede però molto tempo.

Vai alla dimostrazione della formula di Fisher >>>

More Like This


Categorie


Macroeconomia Università

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.


Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it