La politica economica di Einaudi – riassunto storia economica

_______

politicaeconomicaLuigiEinaudi

La fase più delicata della ricostruzione post-bellica fu gestita dai governi di De Gasperi che chiamò al ministero del tesoro il liberale Luigi Einaudi, il quale divenne poi nel 1948 il primo presidente della repubblica. Einaudi varò una drastica politica di rinsanamento economico, con l’obiettivo di fermare un’inflazione galoppante e di arrestare la caduta della lira. Venne così elevato l costo del denaro, mediante l’innalzamento dei tassi di interesse, e ristretta la massa monetaria circolante, i prezzi poterono essere messi sotto controllo. Le ripercussioni furono però gravi, l’alto costo del denaro indusse le imprese a rallentare gli investimenti nonché le riconversioni della produioni belliche a quelle di pace; crebbe la disoccupazione. Questi governi abbandonarono così le ipotesi riformiste che erano state proposte e puntarono invece sugli aiuti americani previsti con il piano Erp per risanare la bilancia dei pagamenti e favorire la ripresa industriale. L’industria italiana, per favorire ulteriormente la ripresa, optò per la compressione dei salari e quindi privilegiò i settori a basso contenuto tecnologico, come il tessile o il meccanico ad alto impiego di forza lavoro. I bassi prezzi dei beni erano così ottenuti dal modesto livello delle remunerazioni, che disincentivava l’introduzione di macchinari tecnologicamente avanzati. Tali retribuzioni non consentivano però di innalzare la domanda dei beni di consumo oltre i livelli minimi di sussistenza. Così da un lato le imprese che producevano beni di prima necessità per il mercato interno, essendo soggette a scarsa concorrenza, erano poco stimolate a rinnovarsi, potendo contare su manodopera a basso costo, dall’altro, le industrie, per i limiti del potere d’acquisto della popolazione erano costrette a concorrenza razionalizzando i sistemi produttivi e ponendosi all’avanguardia. Tali imprese rimasero però localizzate solo in alcune zone del nord, il mezzogiorno rimase confinato in un’economia povera, prevalmentemente agricola e priva di prospettive di sviluppo.

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


letteratura

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it