La nascita della Bossa Nova: i primi musicisti in Brasile

_______

Negli anni ’50 la nascita della bossa nova (letteralmente, nuova tendenza) segnò una svolta nella storia della musica brasiliana. l suoi fondatori Antonio Carlos (Tom) lobim, autore di testi e musica, il chitarrista Joao Gilberto e il poeta-paroliere Vinicius de Moraes rallentarono e modificarono il ritmo del samba tradizionale, creando uno stile più intimo e armonioso. Fu l’inizio di un nuovo modo di cantare e di suonare.

La bossa nova era indissolubilmente legata alla Zona Sul di Mo, il quartiere in cui viveva la maggior parte dei suoi inventori. Canzoni come ‘Corcovado’ di Tom Jobim e ‘Rio’ di Roberto Meneschal hanno reso immortale la città, dipingendone un ritratto quasi nostalgico e venato di quieto lirismo. Le seducenti melodie tipiche di questo genere erano però anche associate all’emergere di una nuova classe colta del Brasile, quella di chi aveva studiato all’università ed i testi delle canzoni riflettevano l’ottimismo che caratterizzava la classe media degli anni ’50.

Gli anni ’60 videro uno straordinario successo internazionale della bossa nova che, dopo aver assorbito nella sua prima fase di sviluppo gli influssi del jazz e del blues americano aveva finito per influenzare a sua volta questi generi. Leggende della musica quali Frank Sinatra, Ella Fitzgerald e Stan Getz ripresero, adattarono e incisero alcuni classici della bossa nova.

Tra i più grandi interpreti brasiliani, oltre ai musicisti citati sopra, meritano di essere ricordati Marcos Valle, Luiz Bonfé, Baden Powell e Marcel Powell, quest’ultimo tiglio di Baden, di cui prosegue la tradizione musicale (potrebbe capitarvi di ascoltarlo in concerto a Rio). La bossa nova influenzò anche la musica di numerose band degli anni ’60, prima fra tutte la Sergio Mendes & Brasil ’66, come pure altri artisti che fuggirono dal paese durante il regime militare scegliendo di vivere e di esibirsi all’estero. Interpreti più recenti delle irresistibili melodie della bossa nova sono Rosa Passos, originaria di Bahia, e la carioca Paula Morelenbaum.

Per chi desiderasse approfondire l’argomento, Ruy Castro ha scritto un libro interessante, Chega de Saudade. Storia e storie della bossa nova (Angelica Editore, Timi-Sassari 2005).

Tratto dal libro: “Brasile: le guide routard (il viaggiatore)”

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Musica

Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it