Accettazione dei cookie



“La felicità”: testo della poesia di Giovanni Pascoli




“La Felicità”

Quando, all’alba, dall’ombra s’affaccia,
discende le lucide scale
e vanisce; ecco dietro la traccia
d’un fievole sibilo d’ale,

io la inseguo per monti, per piani,
nel mare, nel cielo: già in cuore
io la vedo, già tendo le mani,
già tengo la gloria e l’amore.

Ahi! Ma solo al tramonto m’appare,
sull’orlo dell’ombra lontano,
e mi sembra in silenzio accennare
lontano, lontano, lontano.

La via fatta, il trascorso dolce,
m’accenna col tacito dito:
improvvisa con lieve stridore,
discende al silenzio infinito.


  • Autore: Giovanni Pascoli
  • Opera: Myricae
  • Sezione: Elegie
  • Data di pubblicazione: 1891

Commento alla poesia “La felicità” di Giovanni Pascoli

Al mattino, verso l’alba, le ombre iniziano a svanire, sentiamo e percepiamo la felicità più vicina, inseguendola durante il giorno per monti, mari e cieli, ma proprio quando siamo così vicini a raggiungerla, alla fine della nostra esistenza, questa ci sfugge con la nostra morte e il silenzio infinito che ne consegue.


Acquista online un libro di Giovanni Pascoli

Ti piace questa poesia? Immagina di leggerne tante altre, seduto in poltrona davanti al fuoco del camino! Oltre a leggerle le sue poesie online puoi acquistare uno dei libri di Giovanni Pascoli da sfogliare a casa tua, ad esempio ordinando un volume su internet tramite l’elenco dei libri in vendita su Amazon scritti da questo poeta italiano.

Vota questo articolo
[Voti: 3   Media: 4/5]

More Like This


Categorie


letteratura

Categorie


Infonotizia.it è un blog di pubblicazioni online che si pone come obiettivo incentivare lo sviluppo culturale della rete.





Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it