La dittatura in Brasile del 1968 – 1982 (riassunto breve)

Per vent’anni il Brasile resta in balia dei generali che si succedono tramite coco tazioni e complotti di un ristretto gruppo di persone. La repressione, spietata, ‘ colpisce innanzitutto i movimenti contadini del Nordeste e i settori dei sindacali. il Paese viene aperto senza restrizioni ai capitali internazionali che vi : affluiscono, mentre proliferano le industrie multinazionali. E il secondo miracolo ; economico, che vede Sào Paulo diventare l’attuale megalopoli dell’America del Sud.

Soltanto due partiti sono autorizzati: quello al potere e l’«opposizione», rappresentata dal MDB (Movimento Democratico Brasiliano, moderato). Nel 1968, di fronte alla protesta studentesca e alla ripresa delle agitazioni socia. li, il sistema si inasprisce. Il periodo è contrassegnato dalla Sospensione delle garanzie costituzionali, dallo scioglimento del parlamento; i pieni poteri agli organi di sicurezza, le torture, sparizioni, esecuzioni, squadroni della morte ecc. stabiliscono un regime di terrore. Mentre la chiesa sostiene la resistenza, intellettuali e artisti, uno dopo l’altro, vengono incarcerati o esiliati, come il carioca Chico Buarque e la sua famosa canzone, Samba de Ody, scritta in esilio a Parigi. La crescita economica si accompagna a un esodo rurale massiccio e una nuova enorme classe operaia nasce nel Sud-Est, mentre, a partire dal 1975, la condizione delle classi popolari comincia ad aggravarsi. Nel 1978 i militari preparano la loro progressiva ritirata dal potere, designando il generale Figueiredo alla presidenza e awiando cosi la cosiddetta «apertura graduale». Ma la comparsa di un potente movimento sindacale indipendente e le manifestazioni popolari democratiche dimostrano che la società civile non si accontenta del ruolo di spettatrice del cambiamento politico. Il miracolo economico è finito, il debito estero e astronomico, la miseria e l’emarginazione cominciano a diventare sempre più visibili, l’inflazione assume ritmi impressionanti e raggiunge cifre vertiginosa. Nel 1982 tutti i partiti politici vengono legalizzati.

Riassunto estratto dal libro “Brasile” – Le guide routard”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*