Internet: il cervello globale senza confini che entrerà a far parte dei diritti dell’uomo

_______

Internet fu elabotrato in principio come stumento a scopo di difesa americano, in modo tale che fosse possibile mantenere i contatti anche in caso di guerra mondiale con utilizzo delle armi nucleare, fu messa a disposizione nel mondo civile per connettere inizialmente i centri universitari, poi  ne fu concesso l’uso anche all’utenza casalinga.

Dal buio di una stanza è facile restare in comunicazione come  fosse un “cervello globale”, capace di costruire una sorta di seconda società, una società senza stato, una società mondiale.

Un mezzo potente che amplifica i propri mezzi la vera conoscenza: internet è qualcosa di diverso dalla semplice informazione.



Per comprenderne l’importanza basta sapere che Finlandia, Germania, Svezia ma anche la Francia considerano la connessione a internet come diritto della persona, un mezzo per la divulgazione di conoscenza, di relazioni interdisciplinari, di pubbliche relazioni e di crescita culturale oltre che personale.

Internet è così importante che i nostri giornali e agenzie di stampa come l’ansa molto spesso riescono a conoscere una strage o una violazione dei diritti internazionali dopo aver riconosciuto come autentica una fonte da un social network o da un video di youtube.

L’immagine qui sopra raffigura una mappa che evidenzia i paesi in cui l’internet viene cesurato e i livelli di censura raggiunti, anche l’Italia censura l’internet.

Nell’immagine qui sotto ci sono statistiche più precise riguardo alla censura di internet nel mondo, la Cina è al primo posto :

Come è accaduto recentemente in Egitto) la connessione può essere “spenta” da uno stato per via dei disordini che possono essere organizzati con l’utilizzo della rete.

Considerando la possibilità di accesso a internet tra i diritti internazionali e una potente arma gli USA hanno dichiarato di avere sempre la possibilità di ripristinare la connessione in qualsiasi momento e dovunque.

John Arquilla, professore della Naval Postgraduate School, parlò ai cronisti del “Wired” di un’eventuale offensiva basata soltanto sull’accesso a internet.

Poiché la rete internet in Egitto sta venendo ripristinata, gli USA hanno desistito dal forzare la riattivazione di internet ma nel caso avessero voluto, la collaborazione di Mubarak non sarebbe stata necessaria.

Dobbiamo capire davvero il significato del potenziale che abbiamo: i “limiti” di internet sono solo di natura linguistica (neanche tanto considerevoli grazie ai traduttori), tanto è che  è possibile parlare all’altro capo del mondo, senza il minimo sforzo, a costi praticamente nulli.

Anche politici italiani, come in questo caso, appoggiano questa scelta.

   
_______

Altri articoli da leggere:

More Like This


Categorie


Computer e internet

Tag


Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>



Categorie




Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it